in

Giù la Borsa americana. Pesano nuovi dazi e dati macro

(Teleborsa) – Sessione negativa per la borsa di Wall Street, con il sentiment degli investitori condizionato dai nuovi attacchi dal Presidente USA, Donald Trump. L’inquilino della Casa Bianca ha annunciato l’intenzione di ripristinare i dazi sulle esportazioni di acciaio e alluminio di Argentina e Brasile. Una notizia che, aggiunta ai dati macroeconomici USA deludenti, ha messo in secondo piano l’ottimismo per la congiuntura cinese migliore delle aspettative.

Tra gli indici statunitensi, il sta lasciando sul parterre lo 0,86%; sulla stessa linea, perde terreno lo , che retrocede a 3.140,98 punti, ritracciando dello 0,86%. In ribasso il (-1,26%), come l’S&P 100 (-0,9%).

In discesa a Wall Street tutti i comparti dell’S&P 500. Nella parte bassa della classifica del paniere S&P 500, sensibili ribassi si manifestano nei comparti (-1,37%), (-1,13%) e (-0,99%).

La sola Blue Chip del Dow Jones in sostanziale aumento è (+0,51%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su , che continua la seduta con -2,35%.

Giù anche , che crolla del 2,08%, che mostra una perdita dell’1,80% e che accusa un calo dell’1,50%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, (+1,61%), (+1,48%), (+1,47%) e (+1,45%).

In forte calo -3,06%, -2,97% e -2,77%.


Fonte: http://news.teleborsa.it/NewsFeed.ashx


Tagcloud:

Unicredit, requisiti MREL al 10,67% del TLOF da giugno 2022

MES, Lagarde si schiera a sostegno della riforma