More stories

  • in

    Stato emergenza, Governo valuta proroga al 31 gennaio

    (Teleborsa) – Fissato ad oggi al 15 ottobre, il termine dello stato di emergenza potrebbe essere di nuovo prorogato. Con la lenta ma progressiva risalita dei contagi nel nostro Paese e la situazione più che allarmante in Europa, sembra infatti sempre più probabile che il Governo decida di imboccare la strada del prolungamento in modo da gestire eventuali criticità che dovessero presentarsi nei mesi invernali con più facilità.Nei giorni scorsi, l’ipotesi più accreditata sembra essere quella di una proroga fino alla fine dell’anno, quindi al 31 dicembre. Sul piatto anche quella – meno probabile ma non da escludere di una mini-proroga, di 15 giorni-un mese.Ma ieri è spuntata una terza via, che per ora sembrerebbe in vantaggio. Il Governo starebbe valutando l’ipotesi di una proroga dello stato di emergenza per il Covid-19 fino al 31 gennaio, ossia a un anno esatto dalla prima messa in campo della misura in seguito alla pandemia. La notizia arriva da fonti dell’esecutivo. Il dossier è finito sul tavolo della riunione dei capi delegazione con il Premier Giuseppe Conte che si è svolto dopo il consiglio dei ministri di ieri.Si è parlato anche di come sensibilizzare gli italiani sulla App Immuni. E dal capodelegazione M5S Alfonso Bonafede è stata lanciata un’idea: una maratona tv per invitare gli italiani a scaricare l’applicazione sull’utilità della quale anche il capodelegazione Pd Dario Franceschini avrebbe posto l’accento. LEGGI TUTTO

  • in

    Appuntamenti macroeconomici dell'1 ottobre 2020

    (Teleborsa) -Giovedì 01/10/202001:50 Giappone: Indice Tankan, trimestrale (atteso -23 punti; preced. -34 punti)02:30 Giappone: PMI manifatturiero (atteso 47,3 punti; preced. 47,3 punti)10:00 Unione Europea: PMI manifatturiero (atteso 53,7 punti; preced. 51,7 punti)10:00 Italia: Tasso disoccupazione (atteso 9,1%; preced. 9,7%)11:00 Unione Europea: Tasso disoccupazione (atteso 8,1%; preced. 7,9%)11:00 Unione Europea: Prezzi produzione, annuale (atteso -2,7%; preced. -3,3%)11:00 Unione Europea: Prezzi produzione, mensile (atteso 0,1%; preced. 0,6%)13:30 USA: Challenger licenziamenti (preced. 115,76K unità)14:30 USA: Spese personali, mensile (atteso 0,7%; preced. 1,9%)14:30 USA: Redditi personali, mensile (atteso -2,4%; preced. 0,4%)14:30 USA: Richieste sussidi disoccupazione, settimanale (atteso 850K unità; preced. 870K unità)15:45 USA: PMI manifatturiero (atteso 53,5 punti; preced. 53,1 punti)16:00 USA: ISM manifatturiero (atteso 56,2 punti; preced. 56 punti)16:00 USA: Spese costruzioni, mensile (atteso 0,7%; preced. 0,1%)16:30 USA: Stoccaggi gas, settimanale (preced. 66 Mld piedi cubi) LEGGI TUTTO

  • in

    Bank of Japan, migliora sentiment grandi aziende manifatturiere

    (Teleborsa) – Sentiment in ripresa per le imprese giapponesi, colpite dalla crisi economica generata dal Covid-19. E’ quanto emerge da sondaggio trimestrale dalla Bank of Japan.Nel 3° trimestre, l’indice Tankan relativo alle grandi imprese della manifattura è risalito infatti a -27 punti da -34 anche se risulta inferiore alle attese (-17).Quello delle grandi imprese non manifatturiere si è attestato a -12 da -17 e si confronta con i -11 attesi, mentre quello delle piccole imprese manifatturiere passa a -44 da -45 (atteso -30) e delle PMI non manifatturiere a -23 da -27.Da rilevare che un valore inferiore allo zero segnala che le imprese pessimiste sono più numerose di quelle ottimiste. LEGGI TUTTO

  • in

    Maggioranza divisa su fisco. Dossier ASPI: CdM in dieci giorni

    (Teleborsa) – Con l’autunno entra nel vivo l’azione di Governo chiamata a definire con chiarezza il perimetro entro il quale ci si dovrà muovere nei prossimi mesi. Fittissima l’agenda, con il capitolo della manovra. Al momento, allo studio un finanziamento di circa 6 miliardi per partire da gennaio con l’assegno unico per i figli fino a 18 anni e si starebbe valutando un nuovo pacchetto di sgravi contributivi per incentivare le assunzioni a tempo indeterminato, dopo quelli introdotti con il decreto agosto. Per stabilizzare il taglio del cuneo fiscale anche tra i 28mila e i 40mila euro di reddito dovrebbero essere stanziati circa 2 miliardi.A dividere però è l’annunciata riforma dell’Irpef con M5S e Italia Viva che mostrano più di qualche perplessità sull’ipotesi, emersa da notizie di stampa, che il Governo sia orientata verso una riforma senza aliquote fisse, sul modello tedesco.”Italia viva ha detto in tutti i modi che non è d’accordo. Vorrebbe fare questa discussione nelle riunioni e nei seminari (con numeri e idee), ma se proprio si insiste a volerla fare sui giornali, a noi va bene lo stesso”. Lo dichiara Luigi Marattin, presidente della commissione Finanze della Camera e responsabile dei dossier economici per IV.Nel CdM di ieri, sera, braccio di ferro tra Pd e M5s sul decreto sicurezza. Sul tema, a quanto si apprende, i pentastellati avrebbero chiesto una riflessione supplementare, affrontando il tema in un Consiglio dei ministri diverso da quello dedicato al varo della nota di aggiornamento al Def. L’ipotesi sarebbe stata quella di varare domenica notte, come previsto, la NaDEF (Nota di Aggiornamento al DEF, ndr) e lunedì in un secondo CdM il decreto su sicurezza e immigrazione. Ma il Pd avrebbe tenuto il punto: la modifica dei decreti Salvini va portata sul tavolo del prossimo Cdm. Di qui la decisione, assunta in una riunione dei capi delegazione, di convocare un unico Cdm lunedì alle 21.C’è poi il dossier ASPI. Un Consiglio dei ministri verrà convocato entro 10 giorni: se Atlantia non cambierà la sua posizione, resta sul tavolo l’opzione della revoca della concessione, se invece arriverà una proposta, sarà valutata. Questo, secondo quanto si apprende, l’esito del vertice di di ieri del Premier Giuseppe Conte con i ministri Roberto Gualtieri e Paola De Micheli. LEGGI TUTTO

  • in

    Giappone, la manifattura si rafforza a settembre

    (Teleborsa) – L’attività della manifattura in Giappone ha recuperato ancora nel mese di settembre.Il dato dell’indice PMI manifatturiero, pubblicato da Markit ed elaborato da Jibun Bank, indica un valore di 56,8 punti, superiore ai 52 punti di agosto. Le stime degli analisti erano per una discesa fino a 48,2 punti.L’indicatore si conferma così al di sopra della soglia critica dei 50 punti che fa da spartiacque tra contrazione e crescita. LEGGI TUTTO

  • in

    Più sostenibilità e inclusione, Conte: costruire nuovo mondo per future generazioni

    (Teleborsa) – “La fase di ripresa dalla pandemia è un’occasione unica per investire nella salute del nostro Pianeta e mettere la natura e le persone al centro della nostra agenda politica”: lo ha detto il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte intervenendo ad un evento di alto livello a margine della 75esima Assemblea Generale delle Nazioni Unite.”La pandemia del Covid-19 ci ricorda come distruggere e degradare la biodiversità aumenta i rischi di diffusione delle malattie dagli animali all’uomo”, ha sottolineato Conte, spiegando come la Cop26 ospitata dal Regno Unito in partnership con l’Italia e la prossima presidenza italiana del G20 intendono affrontare il problema della perdita di biodiversità e quello dei cambiamenti climatici come due temi “intrinsecamente collegati”.”E’ nostra responsabilità – ha concluso il Premier – cogliere questa opportunità, rafforzando la consapevolezza globale e fissando obiettivi per costruire un mondo più sostenibile, resiliente, inclusivo e giusto da tramandare alle future generazioni”. LEGGI TUTTO

  • in

    ASPI, fonti Atlantia: da revoca default disastroso in UE

    (Teleborsa) – Si stringe il cerchio sul dossier ASPI, in queste ore sotto i riflettori insieme allo spettro della revoca della concessione che “provocherebbe un default sistemico gravissimo, esteso a tutto il mercato europeo, per oltre 16,5 miliardi di euro, oltre al blocco degli investimenti. Verrebbero così messi a serio rischio 7.000 posti di lavoro”.E’ quanto evidenziano fonti di Atlantia riportate da Ansa in merito al dossier su Aspi sottolineando che “bisogna assolutamente evitare questo scenario nefasto, vista la totale accettazione di tutte le clausole volute dall’esecutivo”Noi – sottolineano le fonti – continueremo ad agire in totale buona fede, affinché possa essere trovata una soluzione equa, ragionevole, di mercato. La società confida nella capacità di mediazione e nell’equilibrio del Presidente Conte e del suo Governo, considerandolo un riferimento di garanzia per tutti”. LEGGI TUTTO

  • in

    Recovery Plan, Bellanova: servono scelte coraggiose

    (Teleborsa) – Spendere con criterio. E’ chiara la posizione della Ministra delle Politiche Agricole Teresa Bellanova sul tesoretto che arriverà dall’Europa .Sul Recovery Plan, ha detto a SkyTG24, “non parlerei di ritardo, anche se non voglio cullarmi sugli allori. Abbiamo sicuramente la necessità di accelerare, di fare progetti e di spendere bene. Non basta spendere, a volte spendendo si fanno dei danni, quindi bisogna spendere bene. Stiamo lavorando”. “Non dobbiamo asseconda il populismo. Se non si hanno coraggio e visione – ha aggiunto – si asseconda il populismo. Bisogna fare scelte coraggiose sulle quali non sempre avremo il consenso di tutti, ma scelte che diano risposte alle emergenze del Paese”.Poi un passaggio sull’intervento di ieri del Presidente di Confindustria, Bonomi. “C’è sicuramente un cambio di clima e questo è un fatto positivo. Ho trovato un clima costruttivo nella relazione del Presidente e negli interventi che ci sono stati. Ho sentito parole importanti come la parola patto. Sono convinta – sottolinea Bellanova – che serva un patto che si porta appresso diritti e doveri delle parti che lo contraggono. Su questo dobbiamo impiantare un lavoro di interlocuzione, confronto e coinvolgimento per quello che è utile al nostro Paese, al sistema produttivo e all’emergenza del lavoro. Serve un apporto da parte di tutti”. LEGGI TUTTO