More stories

  • in

    Coronavirus: altre 5 Regioni in zona arancione, non frenano decessi e terapie intensive

    (Teleborsa) – È attesa per stasera una nuova ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza, che stabilirà l’ingresso nella zona arancione di altre cinque regioni – Abruzzo, Basilicata, Liguria, Toscana e Umbria – e in quella rossa della Provincia autonoma di Bolzano. È quanto riporta Ansa aggiungendo che il provvedimento entrerà in vigore a partire dall’11 novembre.”Nei ricoveri ospedalieri notiamo una tendenza all’aumento e soprattutto c’è un incremento per quanto riguarda i ricoveri in terapia intensiva e questa situazione giustifica l’adozione di interventi più restrittivi soprattutto nelle regioni più colpite. E naturalmente necessita dell’adozione di comportamenti prudenti da parte di tutti i cittadini”, ha affermato il direttore del dipartimento Prevenzione del ministero della Salute, Giovanni Rezza, in merito alle nuove ordinanze in arrivo.Nel frattempo, non accenna a frenare il numero di decessi giornalieri da Covid 19. Nelle ultime 24 ore sono stati 356, che porta il numero complessivo di vittime a 41.750. Come sottolineato anche da Rezza, continua a crescere anche il numero di posti di terapia intensiva occupati: +100 oggi, 2.849 totali.Frena, come di consueto durante il weekend, invece la crescita di casi di Covid-19 accertati in Italia: cala il numero di tamponi elaborati (147.725, ieri 191.144) e scende il numero di positivi individuati: +25.271. Resta comunque stabile il rapporto positivi/tamponi a 17,10% (ieri 17,06% ). Sono 960.373 i casi di Covid-19 accertati in Italia da inizio pandemia.Il Ministero della Salute ha comunicato che sono in aumento anche i positivi con sintomi ospedalizzati (+1.196, 27.636), mentre quelli in isolamento domiciliare sono 542.849 (+13.402 rispetto a ieri). LEGGI TUTTO

  • in

    BTP Futura, primo giorno di collocamento: ordini oltre 2,5 miliardi

    (Teleborsa) – Nel primo giorno di collocamento il nuovo BTP Futura ha superato la soglia dei 2,5 miliardi di ordini.Il titolo, destinato alle spese per fronteggiare la crisi economica in atto dovuta al Covid-19, sarà in offerta fino a venerdì prossimo salvo chiusura anticipata dopo il terzo giorno. Sarà prenotabile direttamente sul mercato MOT gestito da Borsa Italiana, per coloro che hanno l’home banking e la possibilità di effettuare trading online, ma anche presso la propria banca ed alla posta utilizzando i canali di consulenza predisposti.A pochi minuti dall’apertura, la domanda è partita con 95 milioni di euro, sfondando poi in chiusura la soglia dei due miliardi e mezzo di richieste a quota 2,506.La seconda emissione, che segue quella di luglio, ha una durata inferiore, 8 anni anziché 10 come la prima emissione, ed offre tassi mediamente superiori a quelli dei titoli di pari scadenza quotati sul mercato. Il MEF ha annunciato venerdì scorso la serie dei tassi minimi praticati (quello definitivo si conoscerà alla fine del collocamento), dal momento che questo titolo segue una logica step-up, cioè prevede tassi d’interesse sono crescenti nel tempo.L’obbligazione avrà una durata di 8 anni con scadenza il 17/11/2028. LEGGI TUTTO

  • in

    ENPAIA, Diacetti: “Casse previdenziali motore di sviluppo del Paese”

    (Teleborsa) – “Le casse previdenziali rappresentano un importante strumento di sviluppo del nostro Paese, garantendo ai propri iscritti, oltre alle prestazioni pensionistiche, un welfare attivo, innovativo e dinamico e investimenti in economia reale e nel mondo dell’agricoltura. In quest’ottica la Fondazione Enpaia, pur salvaguardando l’equilibrio tra prudenza e redditività negli investimenti, continuerà anche nel 2020 a guardare con interesse quelli mission related e quelli di carattere infrastrutturale e ESG”. È quanto ha affermato nel suo intervento alla presentazione della Relazione Annuale 2020, il direttore generale della Fondazione Enpaia, Roberto Diacetti.[embedded content]
    In questo periodo di emergenza sanitaria qual è il ruolo delle casse previdenziali?”Le casse previdenziali possono essere un motore di sviluppo del Paese. Attraverso i loro investimenti in economia reale, soprattutto infrastrutturali, possono aiutare il Paese a crescere. Un ruolo che le casse previdenziali stanno già interpretando”.Ritiene che l’agricoltura, asset fondamentale nell’attuale scenario, abbia ricevuto gli adeguati aiuti?”Penso che si possa fare di più. Devo dire che, a livello previdenziale, le casse si sono gestite in modo tale da aiutare i loro settori di riferimento. Noi abbiamo sospeso e rateizzato gli obblighi contributivi. La risposta che abbiamo avuto è stata del tutto positiva: solo il 10% delle imprese italiane ha deciso di rateizzare i propri contributi. Ciò significa che a livello finanziario le imprese agricole sono molto solide”. LEGGI TUTTO

  • in

    Coronavirus, von der Leyen: “presto acquisto di 300 milioni di dosi del vaccino Pfizer-BioNTech”

    (Teleborsa) – “Ottime notizie da Pfizer e BioNTech sui risultati positivi della loro sperimentazione clinica per un vaccino contro il Covid-19. La scienza europea funziona”. Il commento è della presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, che ha twittato la sua soddisfazione per le l’alta efficacia riscontrata nei test dal vaccino sviluppato dalla casa farmaceutica statunitense in collaborazione con la tedesca BioNTech.”La Commissione presto firmerà un contratto con loro per avere fino a 300 milioni di dosi. Continuiamo a proteggerci a vicenda nel frattempo”, ha aggiunto von der Leyen.A settembre la Commissione Ue ha ufficializzato il contratto con BioNTech-Pfizer per l’acquisto iniziale di 200 milioni di dosi per conto di tutti gli Stati membri, con un’opzione di acquistare fino a 100 milioni di dosi ulteriori nel caso si fosse dimostrata la sicurezza e l’efficacia del vaccino contro il Covid-19. LEGGI TUTTO

  • in

    ENPAIA, Piazza: “Governo definisca assetto normativo e fiscale all'altezza delle attuali sfide”

    (Teleborsa) – “La Fondazione Enpaia ha una struttura previdenziale solida e in costante espansione nell’attuale contesto macroeconomico, nonostante le difficoltà dovute alla crisi generata dalla pandemia. Abbiamo chiuso il 2019 con un avanzo economico di 15 milioni di euro, erogando prestazioni per circa 163 milioni di euro. Teniamo molto ai nostri 43mila iscritti, per i quali abbiamo sospeso il versamento dei contributi fino al 30 settembre, ora siamo pronti a valutare l’adozione di ulteriori misure. Alle istituzioni politiche e di Governo chiedo di condividere e supportare i nostri obiettivi, definendo un assetto normativo e fiscale all’altezza delle sfide della nuova normalità imposta dall’emergenza sanitaria”. È quanto ha affermato il presidente della Fondazione Enpaia Giorgio Piazza in occasione della presentazione della Relazione Annuale 2020.[embedded content]
    È stata presentata oggi la Relazione Annuale 2020 di Fondazione Enpaia. Quali i principali risultati raggiunti?”I risultati 2019 del bilancio consuntivo sono molto importanti e vedono incrementi che vanno dai 2 punti e mezzo fino a 3 punti percentuali sia in termini di iscrizioni che di valore, con 15 milioni di euro di avanzo positivo della nostra gestione. Abbiamo mostrato la volontà di sopperire, almeno in parte, ai danni della pandemia con azioni che speriamo vengano condivise anche dal legislatore e supportate dal punto di vista fiscale e organizzativo”.Come Fondazione Enpaia avete sospeso il versamento dei contributi ai vostri iscritti. Nell’attuale scenario di crisi quali sono le vostre richieste al Governo per il rilancio del settore agricolo?”Abbiamo 2 principali richieste. La prima è che ci venga riservato come enti di previdenza lo stesso trattamento fiscale in positivo che è dedicato ai fondi pensione dal momento che siamo anche noi un soggetto ad accumulo previdenziale. La seconda richiesta è che gli organismi che ci controllano e, soprattutto, i ministeri del Lavoro e dell’Economia e delle Finanze forniscano un supporto alle iniziative che stiamo mettendo in campo per aiutare le imprese e i dipendenti. Chiediamo una mano per poter sgravare maggiormente anche le imprese. Attualmente disponiamo di importanti risorse da dedicare a tali aiuti, ma vorremmo poter essere in grado di sostenere le nostre imprese anche sul fronte del lavoro e del reddito”. LEGGI TUTTO

  • in

    Enti Gestori Previdenziali, Puglia: “Condivisibile scelta di sospendere i contributi”

    (Teleborsa) – “Le casse di previdenza stanno svolgendo un ruolo fondamentale in questo scenario caratterizzato dall’emergenza sanitaria, anche attraverso l’erogazione dei sussidi che il Governo ha previsto per i professionisti iscritti”. Per tale ragione – in occasione della presentazione della Relazione annuale 2020 di Fondazione Enpaia – il presidente della Commissione Bicamerale Enti Gestori Previdenziali Sergio Puglia, ha condiviso la scelta di Enpaia “di prevedere, in questa fase, la sospensione dei contributi”.Dalla Relazione 2020 Enpaia presentata oggi emerge la necessità che il Governo incentivi il contributo dei soggetti privati alla ripresa soprattutto sul fronte fiscale. Enpaia chiede, inoltre, la detassazione delle misure di sostegno diretto agli iscritti che gli Enti di previdenza privati hanno approntato durante la pandemia. Condivide tali richieste?”Credo che siano più che ragionevoli. Stiamo sostenendo questa idea, anche perché si tratta di previdenza, quindi di sostenere gli italiani. Noi già stiamo chiedendo al Governo di incentivare sia misure fiscali che possano sostenere gli investimenti all’economia reale sia misure di aiuti quando c’è un sostegno diretto ai propri iscritti”.[embedded content] LEGGI TUTTO

  • in

    Coronavirus, Usa: Biden presenta la task force anti Covid

    (Teleborsa) – Joe Biden e il suo transition team hanno annunciato la task force anti Covid per combattere la diffusione del virus negli Stati Uniti. Sarà composta da 13 membri, guidata da tre co-presidenti: l’ex capo della Food and Drug Administration (FDA) David Kessler, l’ex capo della Sanità pubblica del Paese, Vivek Murty, e la professoressa di Yale Marcella Nunez-Smith.”Affrontare la pandemia di coronavirus è una delle battaglie più importanti che la nostra amministrazione dovrà affrontare e sarò informato dalla scienza e da esperti – ha dichiato il presidente eletto Biden – Il comitato consultivo contribuirà a definire il mio approccio alla gestione dell’ondata di infezioni segnalate; garantire che i vaccini siano sicuri, efficaci e distribuiti in modo efficiente, equo e gratuito; e proteggere le popolazioni a rischio”.I componenti della task force saranno chiamati a consultare i funzionari statali e locali per determinare le risposte sanitarie ed economiche per tenere il virus sotto controllo. I membri del comitato consultivo – si sottolinea nella nota che ha accompagnato l’annuncio – hanno prestato servizio in precedenti amministrazioni e hanno l’esperienza necessaria per guidare la risposta del paese alle crisi di salute pubblica a livello nazionale e mondiale.Della task force fanno parte anche Rick Bright, l’esperto di vaccini che aveva denunciato le pressioni del governo Trump sull’ idrossiclorochina, e l’italo-americana Luciana Borio, esperta in biodifesa che ha lavorato nella FDA e nel National Security Council. Il presidente eletto Biden e la sua vice Harris parteciperanno oggi a Wilmington, Delaware, alla primo briefing del gruppo. È atteso al termine dell’incontro un’intervento dello stesso Biden. LEGGI TUTTO

  • in

    Just Eat, dal 2021 in Italia i rider potranno essere assunti come dipendenti

    (Teleborsa) – Dal prossimo anno i rider di Just Eat saranno assunti come lavoratori dipendenti. Arriva infatti anche in Italia il modello di delivery Scoober – già attivo in diversi Paesi del Gruppo – che inquadra i fattori delle consegne di cibo a domicilio come dipendenti, consentendo loro di avere più vantaggi e tutele e conservando la flessibilità e la possibilità di operare combinando studio e altre attività.Ad annunciarlo la stessa Just Eat, a pochi giorni dalla sottoscrizione in Prefettura a Milano di protocolli contro il caporalato, l’intermediazione illecita e lo sfruttamento lavorativo tra i sindacati e Assodelivery (di cui Just Eat Takeaway fa parte).Il modello Scoober prevede per i rider di Just Eat un contratto in qualità di lavoratori dipendenti basato sulle linee guida internazionali di un accordo aziendale, adattate e in linea con la normativa e la legislazione italiana. Sarà possibile mantenere la flessibilità legata al tipo di attività in base alla tipologia di contratto – full time o part-time – e sarà introdotta una paga oraria, corrispondente quindi all’intero turno coperto dal rider e non in relazione alle singole consegne, sulle quali invece si valuterà un ulteriore bonus.Saranno diverse le modalità in cui il modello verrà applicato sul territorio: nelle città più piccole i rider potranno operare con mezzi propri e una fornitura completa di dispositivi di sicurezza, oltre a indumenti brandizzati e zaino per le consegne forniti da Just Eat, mentre nelle città più grandi, come ad esempio Roma e Milano, il progetto prevede veri e propri hub a copertura del cuore della città, dove per i rider sarà possibile ritirare e utilizzare, per il proprio turno di lavoro, solo mezzi totalmente sostenibili come scooter elettrici o e-bike di Just Eat, gli strumenti per le consegne come casco, giacca e zaino, e che potranno essere anche luoghi di scambio e incontro.Il nuovo modello, specifica Just Eat, verrà applicato in maniera graduale e durante la fase di sviluppo del modello continueranno a restare attivi i contratti in essere con riferimento al nuovo Ccnl Rider, con l’obiettivo di approfondire e studiare le migliori soluzioni di applicazione della nuova soluzione in Italia.L’assunzione dei rider come lavoratori dipendenti è una decisione, ha spiegato il Gruppo, che si inserisce in un percorso che l’azienda sta seguendo da anni, volto a far crescere ed evolvere il mercato e a costruire un sistema sempre più al passo con le esigenze e le peculiarità del settore, migliorando il modello di business ma anche lavorando alla costruzione di un modello in grado di tutelare sempre di più anche i lavoratori. LEGGI TUTTO