More stories

  • in

    Confindustria: Europa unica dimensione per uscire dalla crisi

    (Teleborsa) – Le soluzioni alla crisi economia dovuta all’emergenza sanitaria vanno trovate all’interno dell’Unione europea. È una Confindustria europeista quella che questa mattina è stata ascoltata in audizione alla Camera proprio in merito alla strategia industriale europea.”L’Europa rappresenta per l’Italia l’unica dimensione possibile per garantire stabilità e per affrontare le sfide dei prossimi anni – ha dichiarata la direttrice generale dell’associazione di categoria degli industriali italiani, Marcella Panucci – occorre però ricreare condizioni di stabilità anche all’interno del mercato europeo che a causa della crisi è più frammentato e caratterizzato da squilibri tra Stati membri”.A preoccupare Confindustria sono infatti le differenze nella dimensione degli aiuti di Stato concessi dall’Europa, soprattutto se rapportate all’intensità con cui la crisi ha colpito ogni singola economia.”Il pericolo – ha sottolineato Panucci – è che il fenomeno possa ampliare squilibri già esistenti tra le economie nazionali dei Paesi Ue mettendo a rischio la tenuta del mercato unico europeo. Per riportare equilibrio nel mercato europeo, sarà fondamentale indirizzare gli interventi verso gli Stati più colpiti dalla crisi”.Proprio a tal riguardo la direttrice generale ha riportato i dati della Commissione europea secondo i quali dei 1.950 miliardi di aiuti di Stato approvati da Bruxelles il 51% hanno preso la via per Berlino, seguiti a distanza da Francia e Italia (17% e 15,5%) e solo piccole quote per Regno Unito (4%), Belgio (3%) e Polonia (2,5%).”I tempi sono ormai maturi per una revisione” delle regole della concorrenza in Europa, ha dichiarato la rappresentante di Confindustria che ha riconosciuto come la strategia industriale europea vada proprio in quella direzione.Panucci ha sottolineato che oggetto di rivalutazione saranno “le modalità applicative delle vigenti norme che riguardano le misure correttive antitrust, gli accordi orizzontali e verticali, le concentrazioni e, aspetto di particolare rilievo l’attualità della definizione di mercato rilevante”.”Ciò che emerge dalla strategia è la conferma della consapevolezza, da parte dell’esecutivo comunitario, dell’esigenza di adeguare alcuni orientamenti e regole in materia di concorrenza alle mutate condizioni di mercato, in particolare tenendo conto dei fattori legati alla globalizzazione, da un lato, e alla digitalizzazione, dall’altro”. “Un percorso condivisibile – ha dichiarato Panucci – con il riconoscimento della necessità di individuare un equilibrio tra l’esigenza di assicurare uno sviluppo sostenibile dell’industria europea e quello di garantirne la competitività nonché tra protezione e apertura, fornendo una risposta coordinata al problema delle distorsioni della concorrenza globale da parte dei paesi terzi e delle loro imprese”. LEGGI TUTTO

  • in

    Gualtieri: dati su produzione industriale maggio “incoraggianti”

    (Teleborsa) – Incoraggianti. Così il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ha commentato i dati diffusi da Eurostat in merito alla produzione industriale italiana nel mese di maggio (+42,1% sul livello di aprile).”Confermano il forte rimbalzo della produzione industriale italiana in maggio – ha spiegato il Ministro – e mostrano che la distanza che ancora ci separa dai livelli di maggio 2019 (-20,3%) è più contenuta in confronto ad altri grandi Paesi dell’Unione Europea e alla media della zona Euro”.”Il dato di maggio – ha continuato Gualtieri – è stato probabilmente influenzato in senso positivo dal fatto che le chiusure produttive in Italia nei mesi di marzo e aprile sono state più ampie e prolungate e alcune imprese dovevano recuperare rispetto alle consegne previste”.”Tuttavia – ha aggiunto – il dato è molto positivo in confronto alle attese e, anche alla luce di indicatori più aggiornati, fa ben sperare per un’ulteriore salita dell’indice della produzione industriale in giugno e luglio. Ci auguriamo di vedere un recupero anche da importanti industrie che a maggio hanno ripreso in misura relativamente più limitata”.Per il Ministro Gualtieri sono i primi risultati “dell’impegno straordinario dei lavoratori e delle imprese, della collaborazione tra le parti sociali ed il governo, che ha portato al protocollo del 24 aprile sul contrasto del Covid nei luoghi di lavoro e ha permesso di riprendere la produzione in sicurezza, e delle ampie misure di sostegno all’economia”.Ma Gualtieri invita a non abbassare la guardia rinnova l’impegno dell’esecutivo nel “monitoraggio quotidiano dell’economia”.”L’Italia – ha concluso il Ministro dell’Economia – è e deve rimanere un Paese altamente industrializzato e dobbiamo continuare a puntare su un forte rilancio della nostra industria improntato all’innovazione e alla sostenibilità ambientale e sociale”. LEGGI TUTTO

  • in

    MiSE, nasce l'Italian Battery Alliance con Enea

    (Teleborsa) – Nasce l’alleanza ricerca-industria per lo sviluppo di batterie avanzate e di nuova generazione in Italia. È l’Italian Battery Alliance, piattaforma tecnologica nazionale promossa dal Ministero dello Sviluppo economico nell’ambito delle strategie per la transizione energetica, la decarbonizzazione del trasporto, lo sfruttamento efficiente delle fonti rinnovabili e rafforzare la competitività industriale. La piattaforma sarà […] LEGGI TUTTO

  • in

    Intesa Sanpaolo rinnova il Programma Filiere: nuovo plafond da 10 miliardi

    (Teleborsa) – ha deciso di rinnovare il proprio Programma Filiere con un progetto dedicato a valorizzare le intere filiere produttive. Queste infatti, spiega l’istituto di credito in una nota, propulsore indispensabile per il Sistema Italia e cuore del nostro sistema economico e produttivo, garantiscono lo sviluppo sostenibile, inclusivo e d’eccellenza favorendo occupazione e investimenti. In […] LEGGI TUTTO

  • in

    Assolombarda lancia podcast su Piccola Industria, dal dopoguerra a oggi

    (Teleborsa) – Un viaggio, attraverso le grandi conquiste del nostro Paese dal Secondo Dopoguerra ai nostri giorni, quello che Assolombarda lancia sul web-magazine “Genio & Impresa” con nove puntate di podcast, pubblicate da oggi e con cadenza settimanale, dal titolo “Piccola Industria, grande storia”. “Il progetto «Piccola Industria, grande storia» è innanzitutto un riconoscimento a […] LEGGI TUTTO

  • in

    UNRAE: basta ideologia su veicoli elettrici, serve sostegno a intero settore auto

    (Teleborsa) – In attesa di comprendere se verranno approvati gli emendamenti che prevedono l’estensione del bonus per l’acquisto di un’auto nuova anche a veicoli non elettrici o ibridi plug-in nel “DL Rilancio”, è arrivata la dura presa di posizione di UNRAE, l’associazione dei produttori esteri in Italia. Sotto accusa la parte della maggioranza di Governo […] LEGGI TUTTO

  • in

    Auto Europa, maggio è ancora un mese di passione (-52,3%)

    (Teleborsa) – Resta sotto presisone a maggio il mercato dell’auto europeo, che ha scontato gli effetti della pandemia di Covid-19 e del conseguente lockdown a partire dal mese di marzo. Secondo gli ultimi dati dell’Associazione europea dei produttori di auto (ACEA), le immatricolazioni nella UE (EU 28) sono crollate del 52,3% su base annua attestandosi […] LEGGI TUTTO

  • in

    Mise: a disposizione altri 43 milioni per bandi brevetti

    (Teleborsa) – Dopo il boom di richieste arrivate per i bandi precedenti, il Mise ha deciso di anticipare l’emanazione del decreto di programmazione per il 2020 dei bandi per Brevetti+, Disegni+ e Marchi+, mettondo a disposizione ulteriori 43 milioni di euro. Entro 30 giorni saranno, quindi, fissati i termini per la presentazione delle nuove domande […] LEGGI TUTTO