More stories

  • in

    Milano effervescente in linea con le altre Borse europee

    (Teleborsa) – In Europa si scatenano gli acquisti; lo stesso avviene a Piazza Affari, che mostra un’ottima performance. Sul mercato americano si registrano ampi progressi per l’S&P-500. C’è attesa tra gli investitori per gli interventi della presidente della BCE Christine Lagarde e del numero uno della Fed Jerome Powell. Negli USA, i consumi (le vendite al dettaglio) salgono meno delle previsioni in aprile, ma il dato di marzo è stato rivisto al rialzo.Sul mercato valutario, segno più per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un aumento dello 0,97%. L’Oro mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1.820,5 dollari l’oncia. Seduta sulla parità per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che si attesta a 114,1 dollari per barile.Aumenta di poco lo spread, che si porta a +191 punti base, con un lieve rialzo di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,96%.Tra le principali Borse europee decolla Francoforte, con un importante progresso dell’1,59%, denaro su Londra, che registra un rialzo dello 0,72%; bilancio decisamente positivo per Parigi, che vanta un progresso dell’1,30%. Seduta positiva per il listino milanese, che porta a casa un guadagno dell’1,12% sul FTSE MIB, mentre, al contrario, resta piatto il FTSE Italia All-Share, con chiusura su 26.227 punti.Dai dati di chiusura di Borsa Italiana, risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 1,77 miliardi di euro, in calo del 19,31%, rispetto ai 2,2 miliardi della vigilia; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,57 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,48 miliardi.Tra i best performers di Milano, in evidenza Nexi (+4,19%), Unipol (+3,32%), Iveco Group (+3,23%) e Banco BPM (+3,04%).Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Hera, che ha terminato le contrattazioni a -1,65%.Seduta negativa per DiaSorin, che mostra una perdita dell’1,25%.Tentenna Campari, con un modesto ribasso dello 0,93%.Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Danieli (+9,42%), Biesse (+5,21%), Safilo (+5,00%) e Alerion Clean Power (+4,83%).I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Mutuionline, che ha archiviato la seduta a -4,57%.In apnea Maire Tecnimont, che arretra del 2,66%.Sotto pressione Carel Industries, che accusa un calo dell’1,35%.Scivola Italmobiliare, con un netto svantaggio dell’1,05%.Tra le variabili macroeconomiche di maggior peso:Martedì 17/05/202206:30 Giappone: Indice servizi, mensile (atteso 1,2%; preced. -1,8%)08:00 Regno Unito: Richieste sussidi disoccupazione (atteso -42,5K unità; preced. -81,6K unità)08:00 Regno Unito: Tasso disoccupazione (atteso 3,8%; preced. 3,8%)11:00 Unione Europea: PIL, trimestrale (atteso 0,2%; preced. 0,3%)11:00 Unione Europea: Occupazione, trimestrale (atteso 0,5%; preced. 0,4%). LEGGI TUTTO

  • in

    Borse asiatiche positive nonostante timori per crescita globale

    (Teleborsa) – Seduta positiva per le borse asiatiche, nonostante siano aumentati i timori per un rallentamento dell’economia globale (ieri i dati macro cinesi hanno mostrato un crollo delle vendite al dettaglio e una produzione industriale peggiore delle attese). S&P Global Ratings ha ridotto la previsione di crescita del PIL cinese per il 2022 al 4,2% dal 4,9% della stima precedente a causa delle politiche zero-Covid del governo cinese.”I mercati sono stati appesantiti dalle preoccupazioni per il deterioramento delle prospettive di crescita globale – hanno affermato gli strateghi di ANZ in una nota – I dati cinesi estremamente deludenti per aprile e il crollo dell’indice manifatturiero dell’Empire State negli Stati Uniti hanno sollevato le preoccupazioni che l’attività economica possa subire una brusca perdita di slancio con l’intensificarsi dell’interruzione della catena di approvvigionamento. Il profilo dei dati suggerisce che problemi di fornitura legati alla politica zero-Covid in Cina sono i fattori chiave”.Lieve aumento per la Borsa di Tokyo, che mostra sul Nikkei 225 un rialzo dello 0,39%, continuando la scia rialzista evidenziata da tre guadagni consecutivi, innescata venerdì scorso; sulla stessa linea, in rialzo Shenzhen, che aumenta rispetto alla vigilia arrivando all’1,12%. Ottima la prestazione di Hong Kong (+2,39%); sulla stessa tendenza, buona la prestazione di Seul (+0,79%). In denaro Mumbai (+1,4%); come pure, in moderato rialzo Sydney (+0,37%).La Reserve Bank of Australia potrebbe aumentare ulteriormente i tassi di interesse per garantire che l’inflazione nel paese “ritorni all’obiettivo nel tempo”, secondo le minute della riunione di maggio della banca centrale, meeting in cui ha annunciato il suo primo aumento dei tassi in più di un decennio.Modesto guadagno per l’Euro contro la valuta nipponica, che avanza di poco a +0,36%. Giornata fiacca per l’Euro nei confronti della divisa cinese, che passa di mano con un trascurabile -0,21%. Sostanzialmente appiattita sui valori precedenti la seduta dell’Euro contro il Dollaro hongkonghese, che sta facendo un moderato +0,11%.Il rendimento dell’obbligazione decennale giapponese è pari 0,24%, mentre il rendimento del titolo di Stato decennale cinese scambia 2,82%.Tra gli appuntamenti macroeconomici che avranno la maggiore influenza sull’andamento dei mercati asiatici:Martedì 17/05/202206:30 Giappone: Indice servizi, mensile (atteso 1,2%; preced. -1,8%)Mercoledì 18/05/202201:50 Giappone: PIL, trimestrale (atteso -0,4%; preced. 1,1%)06:30 Giappone: Produzione industriale, mensile (atteso 0,3%; preced. 2%)Giovedì 19/05/202200:50 Giappone: Ordini macchinari core, mensile (atteso 3,7%; preced. -9,8%)01:50 Giappone: Bilancia commerciale (atteso -1.150 Mld ¥; preced. -412,4 Mld ¥). LEGGI TUTTO

  • in

    Wall Street in stand-by. Negativo il Nasdaq

    (Teleborsa) – Inizio settimana fiacco per il listino USA, con il Dow Jones che si attesta sui valori della vigilia a 32.256 punti, mentre, al contrario, si posiziona sotto la parità l’S&P-500, che retrocede a 4.014 punti. Negativo il Nasdaq 100 (-1,02%); con analoga direzione, in lieve ribasso l’S&P 100 (-0,28%). Alle sempre presenti preoccupazioni per un aggressivo inasprimento della politica monetaria da parte della Federal Reserve, si sono aggiunti ulteriori timori per un rallentamento dell’economia globale, a causa dei dati macroeconomici negativi arrivati dalla Cina.Apprezzabile rialzo nell’S&P 500 per i comparti energia (+3,12%), sanitario (+0,64%) e utilities (+0,49%). Nel listino, i settori beni di consumo secondari (-1,93%), informatica (-0,78%) e finanziario (-0,54%) sono tra i più venduti.Tra i protagonisti del Dow Jones, Chevron (+3,48%), Merck (+2,08%), Caterpillar (+1,48%) e Verizon Communication (+1,44%).Le più forti vendite, invece, si manifestano su Salesforce, che prosegue le contrattazioni a -1,58%.Sotto pressione American Express, che accusa un calo dell’1,56%.Scivola Walt Disney, con un netto svantaggio dell’1,26%.In rosso Boeing, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,05%.Tra i best performers del Nasdaq 100, Seagen (+6,26%), Constellation Energy (+3,52%), Electronic Arts (+2,79%) e Meta Platforms (+1,97%).Le peggiori performance, invece, si registrano su Datadog, che ottiene -11,31%.Pessima performance per Atlassian, che registra un ribasso dell’8,70%.Sessione nera per Zscaler, che lascia sul tappeto una perdita del 7,93%.In perdita Okta, che scende del 7,74%.Tra i dati macroeconomici rilevanti sui mercati statunitensi:Lunedì 16/05/202214:30 USA: Empire State Index (atteso 17 punti; preced. 24,6 punti)Martedì 17/05/202214:30 USA: Vendite dettaglio, mensile (atteso 0,8%; preced. 0,5%)14:30 USA: Vendite dettaglio, annuale (preced. 6,9%)15:15 USA: Produzione industriale, annuale (preced. 5,5%)15:15 USA: Produzione industriale, mensile (atteso 0,4%; preced. 0,9%). LEGGI TUTTO

  • in

    Mercati deboli. Milano chiude sulla parità

    (Teleborsa) – Inizio di settimana piatto per la maggior parte delle borse europee, con gli investitori che si trovano a soppesare una serie di fattori negativi, anche se la seduta è stata priva di grandi spunti. I dati macroeconomici di questa mattina hanno mostrato un calo della produzione industriale cinese e delle vendite al dettaglio in Cina, con i lockdown che hanno impattato più dell’atteso e alimentato i timori di una recessione globale. Inoltre, la Commissione europea ha tagliato le stime di crescita dell’Eurozona sia per l’anno in corso che per il seguente, mentre i prezzi dell’energia stanno spingendo l’inflazione verso livelli record. Intanto, la guerra non lascia intravvedere soluzioni e i blocchi dei porti ucraini lanciano segnali preoccupanti per le forniture alimentari.L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a 0%. Nessuna variazione significativa per l’oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.812,5 dollari l’oncia. Segno più per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento dell’1,47%.Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +189 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,82%.Tra i mercati del Vecchio Continente sottotono Francoforte che mostra una limatura dello 0,45%, seduta senza slancio per Londra, che riflette un moderato aumento dello 0,63%, e deludente Parigi, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile, chiudendo la giornata su 24.033 punti, mentre, al contrario, balzo del FTSE Italia All-Share, che archivia la giornata a 26.245 punti.In frazionale calo il FTSE Italia Mid Cap (-0,28%); in frazionale progresso il FTSE Italia Star (+0,4%).Alla chiusura della Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna risulta essere stato pari a 2,2 miliardi di euro, in deciso ribasso (-12,84%), rispetto alla seduta precedente che aveva visto la negoziazione di 2,52 miliardi di euro; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,61 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,57 miliardi.In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Saipem (+8,12%), Interpump (+5,07%), Tenaris (+4,27%) e Hera (+3,96%).Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Nexi, che ha terminato le contrattazioni a -4,66%.Pessima performance per Ferrari, che registra un ribasso del 3,48%.Sessione nera per Moncler, che lascia sul tappeto una perdita del 2,16%.In perdita Telecom Italia, che scende del 2,02%.Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Maire Tecnimont (+4,38%), Alerion Clean Power (+4,32%), Tinexta (+3,52%) e ERG (+3,23%).Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Datalogic, che ha chiuso a -6,83%.Pesante De’ Longhi, che segna una discesa di ben -4,95 punti percentuali.Seduta negativa per Carel Industries, che scende del 4,29%.Sensibili perdite per Rai Way, in calo del 3,42%.Tra le grandezze macroeconomiche più importanti:Lunedì 16/05/202201:50 Giappone: Prezzi produzione, mensile (atteso 0,8%; preced. 0,9%)04:00 Cina: Produzione industriale, annuale (atteso 0,4%; preced. 5%)04:00 Cina: Tasso disoccupazione (preced. 5,8%)04:00 Cina: Vendite dettaglio, annuale (atteso -6,1%; preced. -3,5%)11:00 Unione Europea: Bilancia commerciale (preced. -7,6 Mld Euro). LEGGI TUTTO

  • in

    Prevalgono le vendite a New York con timori per crescita globale

    (Teleborsa) – Inizio di settimana debole per il mercato azionario statunitense, con gli investitori che si trovano a soppesare una serie di fattori negativi. I dati macroeconomici di questa mattina hanno mostrato un calo della produzione industriale cinese e delle vendite al dettaglio in Cina, con i lockdown che hanno impattato più dell’atteso. Inoltre, la Commissione europea ha tagliato le stime di crescita dell’Eurozona sia per l’anno in corso che per il seguente. Intanto, la guerra non lascia intravvedere soluzioni e i blocchi dei porti ucraini lanciano segnali preoccupanti per le forniture alimentari.Singole giornata positive, come quella di venerdì, non fanno comunque cambiare idea alla maggior parte degli analisti, che continuano a prevedere ulteriori cali nel breve termine. “Con le valutazioni ora più attraenti, i mercati azionari così ipervenduti e i tassi potenzialmente stabilizzati al di sotto del 3%, i titoli sembrano aver iniziato un altro rialzo all’interno di un mercato ribassista – hanno scritto gli analisti di Morgan Stanley – Dopodiché, rimaniamo fiduciosi sul fatto che ci aspettano ulteriori ribassi”. Per quanto riguarda l’S&P 500, Morgan Stanley stima che l’indice possa arrivare fino a 3.400 punti, un livello dove si trovano sia una giusta valutazione che un supporto tecnico.Sul fronte societario, occhi puntati su McDonald’s (che ha comunicato la decisione di lasciare la Russia dopo 30 anni nel paese, con un contraccolpo fino a 1,4 miliardi di dollari), Rivian (con Ford che continua a vendere azioni del produttore statunitense di pick-up elettrici), Carvana (che stima un profitto significativo nel 2023 grazie a un piano aggressivo di riduzione di costi) e JetBlue Airways (che ha lanciato un’offerta ostile per acquisire Spirit Airlines, raccomandando di non accettare quella di Frontier Group Holdings).Sessione debole per il listino USA, che scambia con un calo dello 0,26% sul Dow Jones; sulla stessa linea, si posiziona sotto la parità l’S&P-500, che retrocede a 4.001 punti. Variazioni negative per il Nasdaq 100 (-1,14%); come pure, sotto la parità l’S&P 100, che mostra un calo dello 0,63%.Risultato positivo nel paniere S&P 500 per i settori energia (+1,60%) e utilities (+0,42%). Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori informatica (-1,48%), beni di consumo secondari (-1,32%) e materiali (-0,92%).Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Chevron (+1,86%), Boeing (+1,38%), Travelers Company (+1,31%) e Merck (+1,14%).Le più forti vendite, invece, si manifestano su Salesforce, che prosegue le contrattazioni a -1,91%.Microsoft scende dell’1,50%.Calo deciso per Apple, che segna un -1,27%.Sotto pressione Intel, con un forte ribasso dell’1,25%.Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Netflix (+3,74%), Seagen (+2,76%), Pinduoduo Inc Spon Each Rep (+1,59%) e Electronic Arts (+1,21%).Le peggiori performance, invece, si registrano su Atlassian, che ottiene -4,18%.Pessima performance per Okta, che registra un ribasso del 3,78%.Sessione nera per Asml Holding Nv Eur0.09 Ny Registry, che lascia sul tappeto una perdita del 3,47%.In perdita Datadog, che scende del 3,40%.Tra gli appuntamenti macroeconomici che avranno la maggiore influenza sull’andamento dei mercati USA:Lunedì 16/05/202214:30 USA: Empire State Index (atteso 17 punti; preced. 24,6 punti)Martedì 17/05/202214:30 USA: Vendite dettaglio, mensile (atteso 0,8%; preced. 0,5%)14:30 USA: Vendite dettaglio, annuale (preced. 6,9%)15:15 USA: Produzione industriale, annuale (preced. 5,5%)15:15 USA: Produzione industriale, mensile (atteso 0,4%; preced. 0,9%). LEGGI TUTTO

  • in

    Brilla Milano insieme agli altri mercati europei

    (Teleborsa) – Brillante Piazza Affari, che si allinea all’ottima performance delle principali borse europee. I mercati americani, intanto, galoppano e l’S&P-500 avanza del 2,40%. I listini azionari chiudono una settimana di forti tensioni, preoccupati dall’andamento dell’inflazione e dalla guerra in Ucraina. Restano alte le preoccupazioni sulle possibili mosse più restrittive da parte della Federal Reserve. A fare da assist al rimbalzo sono state le notizie giunte dalla Cina, dove Pechino punta ad allentare le restrizioni per il CovidSul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,27%. Seduta in frazionale ribasso per l’oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,68%. Pioggia di acquisti sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un guadagno del 3,73%.Balza in alto lo spread, posizionandosi a +190 punti base, con un incremento di 6 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,85%.Nello scenario borsistico europeo vola Francoforte, con una marcata risalita del 2,10%, brilla Londra, con un forte incremento (+2,55%); ottima performance per Parigi, che registra un progresso del 2,52%. Sessione euforica per Piazza Affari, con il FTSE MIB che mostra in chiusura un balzo del 2,05%; sulla stessa linea, in forte aumento il FTSE Italia All-Share, che con il suo +2,09% termina a quota 26.245 punti.Nella Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,2 miliardi di euro, in calo di 323,9 milioni di euro, rispetto ai 2,52 miliardi della vigilia; i volumi si sono attestati a 0,57 miliardi di azioni, rispetto ai 0,61 miliardi precedenti.Su 440 titoli azionari trattati in Piazza Affari, 125 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 308. Invariate le rimanenti 7 azioni.In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Saipem (+9,29%), DiaSorin (+6,39%), STMicroelectronics (+6,03%) e Amplifon (+5,97%).Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Unipol, che ha chiuso a -8,25%.Spicca la prestazione negativa di Inwit, che scende dell’1,27%.Pensosa Banco BPM, con un calo frazionale dello 0,78%.Tentenna Nexi, con un modesto ribasso dello 0,73%.In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Carel Industries (+13,66%), Biesse (+11,57%), Antares Vision (+11,11%) e GVS (+10,56%).I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Intercos, che ha archiviato la seduta a -5,92%.In apnea Seco, che arretra del 3,69%.Tonfo di UnipolSai, che mostra una caduta del 3,17%.Banca Ifis scende del 2,65%.Tra i dati macroeconomici rilevanti:Venerdì 13/05/202208:45 Francia: Prezzi consumo, annuale (atteso 4,8%; preced. 4,5%)08:45 Francia: Prezzi consumo, mensile (atteso 0,4%; preced. 1,4%)09:00 Spagna: Prezzi consumo, mensile (atteso -0,1%; preced. 3%)09:00 Spagna: Prezzi consumo, annuale (atteso 8,4%; preced. 9,8%)11:00 Unione Europea: Produzione industriale, mensile (atteso -2%; preced. 0,5%). LEGGI TUTTO

  • in

    Mercati europei positivi al termine di settimana difficile

    (Teleborsa) – Tutte positive le principali Borse del Vecchio Continente, al termine di un’altra settimana in cui gli investitori hanno continuato a valutare l’impennata dell’inflazione persistente, la prospettiva di un’aggressiva stretta monetaria e il relativo impatto sulla crescita economica globale. I dati sull’inflazione di aprile da Francia e Spagna sono rimasti su livelli elevati.Lieve aumento per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,21%. Nessuna variazione significativa per l’oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.822,5 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,5%.Sale lo spread, attestandosi a +190 punti base, con un incremento di 5 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,80%.Tra i mercati del Vecchio Continente in luce Francoforte, con un ampio progresso dell’1,05%, andamento positivo per Londra, che avanza di un discreto +1,32%, e ben comprata Parigi, che segna un forte rialzo dell’1,14%.Seduta positiva per il listino milanese, che mostra un guadagno dell’1,04% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, in rialzo il FTSE Italia All-Share, che aumenta rispetto alla vigilia arrivando a 25.985 punti.Su di giri il FTSE Italia Mid Cap (+1,59%); sulla stessa tendenza, effervescente il FTSE Italia Star (+1,74%).Tra i best performers di Milano, in evidenza DiaSorin (+4,60%), Amplifon (+4,30%), STMicroelectronics (+4,29%) e Recordati (+2,88%).I più forti ribassi, invece, si verificano su Unipol, che continua la seduta con -4,90%.Si concentrano le vendite su Nexi, che soffre un calo dell’1,21%.Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Maire Tecnimont (+8,89%), Carel Industries (+7,80%), Salcef Group (+7,75%) e Antares Vision (+7,33%).I più forti ribassi, invece, si verificano su Intercos, che continua la seduta con -4,23%.Sensibili perdite per UnipolSai, in calo del 2,51%.In apnea Ascopiave, che arretra del 2,37%.Vendite su Seco, che registra un ribasso dell’1,56%.Tra i dati macroeconomici rilevanti:Venerdì 13/05/202208:45 Francia: Prezzi consumo, annuale (atteso 4,8%; preced. 4,5%)08:45 Francia: Prezzi consumo, mensile (atteso 0,4%; preced. 1,4%)09:00 Spagna: Prezzi consumo, mensile (atteso -0,1%; preced. 3%)09:00 Spagna: Prezzi consumo, annuale (atteso 8,4%; preced. 9,8%)11:00 Unione Europea: Produzione industriale, mensile (atteso -2%; preced. 0,7%). LEGGI TUTTO

  • in

    Rimbalzano le borse asiatiche, Tokyo incontenibile

    (Teleborsa) – Rimbalzo per i mercati asiatici, favoriti anche da un recupero di Wall Street, che sul finale di seduta quasi azzera le perdite. In un’intervista nel corso della seconda parte della giornata, il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha affermato che la battaglia per controllare l’inflazione “comprenderebbe un po’ di dolore” e ha ribadito la sua aspettativa di un aumento dei tassi di interesse di mezzo punto percentuale in ciascuno dei prossimi due incontri della Fed, pur promettendo che “siamo pronti a fare di più”.Scambi in forte rialzo per la Borsa di Tokyo, con il Nikkei 225, che sta mettendo a segno un guadagno del 2,55%, mentre, al contrario, rimane ai nastri di partenza Shenzhen (+0,15%), che si posiziona in prossimità dei livelli precedenti. Positiva Shanghai, che guadagna lo 0,79%. Su di giri Hong Kong (+1,95%); con analoga direzione, effervescente Seul (+2,07%). Buona la prestazione di Mumbai (+0,95%); come pure, ottima la prestazione di Sydney (+1,87%).Piccolo spunto rialzista per l’Euro contro la valuta nipponica, che allunga il passo mettendo a segno un rialzo dello 0,32%. Allunga timidamente il passo l’Euro nei confronti della divisa cinese, che tratta con un modesto progresso dello 0,23%. Andamento piatto per l’Euro contro il Dollaro hongkonghese, che mostra una variazione percentuale pari a +0,13%.Il rendimento per l’obbligazione decennale giapponese è pari 0,24%, mentre il rendimento del titolo di Stato decennale cinese tratta 2,82%.Tra gli appuntamenti macroeconomici che avranno la maggiore influenza sull’andamento dei mercati asiatici:Lunedì 16/05/202200:50 Giappone: Prezzi produzione, mensile (preced. 0,8%)04:00 Cina: Produzione industriale, annuale (preced. 5%)04:00 Cina: Tasso disoccupazione (preced. 5,8%)04:00 Cina: Vendite dettaglio, annuale (preced. -3,5%). LEGGI TUTTO