More stories

  • in

    Borse asiatiche contrastate. Positivo il Nikkei 225

    (Teleborsa) – Il listino di Tokyo mostra un timido guadagno in chiusura, con il Nikkei 225 che ha messo a segno un +0,48%, mentre, al contrario, vendite diffuse sull’indice di Shenzhen, che chiude la giornata in calo dell’1,45%.In discesa Hong Kong (-1,11%); come pure, sotto la parità Seul, che mostra un calo dello 0,35%.Pressoché invariato Mumbai (-0,17%); sulla stessa tendenza, senza direzione Sydney (-0,05%).Sostanzialmente invariata la seduta per l’Euro contro la valuta nipponica, che scambia sui valori della vigilia. La giornata dell’8 aprile si presenta piatta per l’Euro nei confronti della divisa cinese, che mostra un esiguo -0,11%. Giornata fiacca per l’Euro contro il Dollaro hongkonghese, che passa di mano con un trascurabile -0,13%.Il rendimento dell’obbligazione decennale giapponese scambia allo 0,11%, mentre il rendimento per il titolo di Stato decennale cinese è pari al 3,23%. LEGGI TUTTO

  • in

    Positiva la Borsa di New York. Spiccano i titoli tecnologici

    (Teleborsa) – A Wall Street, il Dow Jones è sostanzialmente stabile e si posiziona su 33.452 punti, mentre, al contrario, l’S&P-500 procede a piccoli passi, avanzando a 4.094 punti (+0,35%). In denaro il Nasdaq 100 (+0,91%); sulla stessa linea, in moderato rialzo l’S&P 100 (+0,43%).Intanto il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha affermato che la banca centrale ha gli strumenti per frenare l’aumento dell’inflazione, che dovrebbe essere temporaneo. Servono “miglioramenti reali sugli obiettivi della FED per ridurre l’acquisto di asset”, ha aggiunto, parlando a un dibattito sull’economia globale organizzato dal Fondo monetario internazionale.Risultato positivo nel paniere S&P 500 per i settori informatica (+1,07%) e beni di consumo secondari (+0,68%). In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto energia, che riporta una flessione di -1,55%.Tra i protagonisti del Dow Jones, Apple (+1,60%), Salesforce.Com (+1,57%), Microsoft (+0,96%) e Goldman Sachs (+0,92%).I più forti ribassi, invece, si verificano su Travelers Company, che continua la seduta con -1,79%.Soffre Chevron, che evidenzia una perdita dell’1,53%.Preda dei venditori Verizon Communication, con un decremento dell’1,40%.Si concentrano le vendite su Nike, che soffre un calo dell’1,38%.Tra i best performers del Nasdaq 100, Bed Bath & Beyond (+5,83%), Ross Stores (+2,96%), Autodesk (+2,35%) e Intuit (+2,18%).I più forti ribassi, invece, si verificano su Discovery, che continua la seduta con -3,25%.Vendite a piene mani su Mattel, che soffre un decremento del 3,08%.Pessima performance per Discovery, che registra un ribasso del 2,73%.Vendite su Tripadvisor, che registra un ribasso dell’1,89%. LEGGI TUTTO

  • in

    Wall Street positiva. S&P-500 su nuovi record

    (Teleborsa) – A Wall Street, il Dow Jones è sostanzialmente stabile e si posiziona su 33.385 punti, mentre, al contrario, l’S&P-500 procede a piccoli passi, avanzando a 4.090 punti (+0,21%). In rialzo il Nasdaq 100 (+0,94%); con analoga direzione, poco sopra la parità l’S&P 100 (+0,31%).Il piccolo progresso dell’indice S&P-500 l’ha portato a raggiungere un altro massimo storico, anche grazie a un forte rally dei principali titoli tecnologici. Le azioni tecnologiche “FAANG”, ovvero di Facebook, Amazon, Apple, Netflix e Alphabet (società madre di Google) stanno tutte guadagnando oltre l’1%.In luce sul listino nordamericano S&P 500 i comparti informatica (+1,17%) e sanitario (+0,42%). Tra i peggiori della lista del paniere S&P 500, in maggior calo i comparti energia (-1,92%) e finanziario (-0,83%).In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Microsoft (+1,49%), Salesforce.Com (+1,38%), Apple (+1,24%) e Visa (+0,92%).Le peggiori performance, invece, si registrano su Chevron, che ottiene -1,49%.Travelers Company scende dell’1,48%.Calo deciso per Verizon Communication, che segna un -1,31%.Sotto pressione Walgreens Boots Alliance, con un forte ribasso dell’1,27%.Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Autodesk (+3,62%), Micron Technology (+2,22%), Moderna (+2,02%) e Adobe Systems (+1,91%).Le più forti vendite, invece, si manifestano su American Airlines, che prosegue le contrattazioni a -2,01%.Soffre Tripadvisor, che evidenzia una perdita dell’1,40%.Preda dei venditori Discovery, con un decremento dell’1,38%.Si concentrano le vendite su Mattel, che soffre un calo dell’1,36%. LEGGI TUTTO

  • in

    Poco mossa la Borsa americana. Focus su verbali FED

    (Teleborsa) – Sostanzialmente stabile Wall Street, che continua la sessione sui livelli della vigilia, con il Dow Jones che si ferma a 33.413 punti; sulla stessa linea, rimane ai nastri di partenza l’S&P-500 (New York), che si posiziona a 4.074 punti, in prossimità dei livelli precedenti. Consolida i livelli della vigilia il Nasdaq 100 (+0,05%); guadagni frazionali per l’S&P 100 (+0,22%).Gli investitori attendono la diffusione dei verbali dell’ultima riunione di politica monetaria della Federal Reserve. I verbali del FOMC potrebbero offrire indizi sulle opinioni della banca centrale sull’inflazione e sulla ripresa economica. In particolare, si cercano segnali di disaccordo tra i membri del FOMC per quanto riguarda l’orizzonte temporale in cui procedere ad alzare i tassi d’interesse.Nell’S&P 500, buona la performance dei comparti energia (+0,61%) e telecomunicazioni (+0,46%). In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti materiali (-1,40%), beni industriali (-0,51%) e sanitario (-0,47%).Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, JP Morgan (+1,20%), Walgreens Boots Alliance (+0,81%), Microsoft (+0,75%) e Apple (+0,69%).Le peggiori performance, invece, si registrano su Boeing, che ottiene -1,22%.Discesa modesta per Walt Disney, che cede un piccolo -0,85%.Pensosa DOW, con un calo frazionale dello 0,85%.Tentenna Home Depot, con un modesto ribasso dello 0,81%.Tra i best performers del Nasdaq 100, Amazon (+1,84%), Facebook (+1,53%), Nvidia (+1,49%) e Alphabet (+0,96%).I più forti ribassi, invece, si verificano su Illumina, che continua la seduta con -3,60%.Pesante Wynn Resorts, che segna una discesa di ben -3,22 punti percentuali.Seduta drammatica per Tripadvisor, che crolla del 3,06%.Sensibili perdite per Fastenal, in calo del 2,38%. LEGGI TUTTO

  • in

    Wall Street resta al palo. Attesa per verbali FED

    (Teleborsa) – Sosta intorno alla parità la Borsa di New York, con il Dow Jones che si attesta a 33.491 punti; sulla stessa linea, giornata senza infamia e senza lode per l’S&P-500, che rimane a 4.079 punti. Sui livelli della vigilia il Nasdaq 100 (-0,14%); sulla stessa tendenza, consolida i livelli della vigilia l’S&P 100 (+0,13%).Gli investitori attendono la diffusione dei verbali dell’ultima riunione di politica monetaria della Federal Reserve. I verbali del FOMC potrebbero offrire indizi sulle opinioni della banca centrale sull’inflazione e sulla ripresa economica. In particolare, si cercano segnali di disaccordo tra i membri del FOMC per quanto riguarda l’orizzonte temporale in cui procedere ad alzare i tassi d’interesse.In buona evidenza nell’S&P 500 il comparto finanziario. In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto materiali, che riporta una flessione di -0,61%.Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, JP Morgan (+0,90%), American Express (+0,90%), Visa (+0,84%) e Caterpillar (+0,71%).Le più forti vendite, invece, si manifestano su DOW, che prosegue le contrattazioni a -0,67%.Tra i best performers del Nasdaq 100, Discovery (+2,37%), Discovery (+1,53%), Lam Research (+1,52%) e Twenty-First Century Fox (+1,43%).Le peggiori performance, invece, si registrano su Illumina, che ottiene -1,92%.Wynn Resorts scende dell’1,85%.Calo deciso per Baidu, che segna un -1,55%.Sotto pressione Moderna, con un forte ribasso dell’1,38%. LEGGI TUTTO

  • in

    Debole Piazza Affari e le altre Borse europee

    (Teleborsa) – Tutti deboli gli indici di Piazza Affari e degli altri principali listini europei che restano inchiodati sui livelli della vigilia, in attesa delle indicazioni in arrivo stasera dalle minute della riunione della Federal Reserve di marzo.Sul mercato valutario, poco mosso l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,189. Seduta in frazionale ribasso per l’oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,44%. Segno più per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento dello 0,79%.Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +101 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,68%.Nello scenario borsistico europeo senza spunti Francoforte, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi, buoni spunti su Londra, che mostra un ampio vantaggio dello 0,79%, e ferma Parigi, che segna un quasi nulla di fatto. A Milano, si muove sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 24.708 punti, con uno scarto percentuale dello 0,21%, mentre, al contrario, incolore il FTSE Italia All-Share, che continua la seduta a 26.941 punti, sui livelli della vigilia.Tra i best performers di Milano, in evidenza Nexi (+3,62%), Leonardo (+1,49%), Telecom Italia (+0,97%) e A2A (+0,93%).I più forti ribassi, invece, si verificano su Moncler, che continua la seduta con -1,73%.Seduta negativa per Prysmian, che mostra una perdita dell’1,36%.Sotto pressione Ferrari, che accusa un calo dell’1,33%.Scivola Interpump, con un netto svantaggio dell’1,25%.Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Esprinet (+4,45%), Tinexta (+1,98%), Juventus (+1,97%) e Webuild (+1,87%).Le più forti vendite, invece, si manifestano su Tod’s, che prosegue le contrattazioni a -1,86%.In rosso Danieli, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,37%.Spicca la prestazione negativa di Brunello Cucinelli, che scende dell’1,28%.Ferragamo scende dell’1,04%. LEGGI TUTTO

  • in

    Wall Street prosegue debole

    (Teleborsa) – Prosegue sottotono la borsa di Wall Street dopo che la vigilia ha segnato nuovi massimi in chiusura beneficiando del report sugli occupati diffuso venerdì scorso che ha messo in evidenza una creazione di posti di lavoro superiore alle aspettative. Sullo sfondo restano i timori per il trend dei tassi dei Treasuries e per il rischio che la Federal Reserve ritiri le misure di stimoli monetari prima delle attese. Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones si attesta a 33.467 punti; sulla stessa linea, incolore l’S&P-500, che continua la seduta a 4.078 punti, sui livelli della vigilia. Sui livelli della vigilia il Nasdaq 100 (-0,09%); sulla stessa tendenza, consolida i livelli della vigilia l’S&P 100 (-0,06%).Risultato positivo nel paniere S&P 500 per il settore beni di consumo per l’ufficio. In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto informatica, che riporta una flessione di -0,42%.Tra i protagonisti del Dow Jones, Nike (+1,61%), Coca Cola (+1,36%), McDonald’s (+1,13%) e Wal-Mart (+0,84%).Le peggiori performance, invece, si registrano su Boeing, che ottiene -1,73%.Sotto pressione Intel, che accusa un calo dell’1,61%.Scivola United Health, con un netto svantaggio dell’1,54%.In rosso Walgreens Boots Alliance, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,46%.Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Illumina (+9,18%), Discovery (+5,14%), Moderna (+4,25%) e Wynn Resorts (+3,57%).Le peggiori performance, invece, si registrano su Paychex, che ottiene -5,48%.In caduta libera KLA-Tencor, che affonda del 3,01%.Pesante Applied Materials, che segna una discesa di ben -2,8 punti percentuali.Seduta drammatica per Tripadvisor, che crolla del 2,45%. LEGGI TUTTO

  • in

    Borse asiatiche contrastate. Tokyo chiude in calo

    (Teleborsa) – A Tokyo, il Nikkei 225 è in calo (-1,29%) in chiusura, interrompendo la serie di tre rialzi consecutivi, iniziata giovedì scorso; sulla stessa linea, cede alle vendite l’indice di Shenzhen, che chiude in calo dello 0,39%.Effervescente Hong Kong (+1,97%); senza direzione Seul (+0,14%).In moderato rialzo Mumbai (+0,59%); con analoga direzione, positivo Sydney (+1,08%).La giornata del 5 aprile si presenta piatta per l’Euro contro la valuta nipponica, che mostra un esiguo +0,05%. Contenuto ribasso per l’Euro nei confronti della divisa cinese, che mostra una flessione dello 0,23%. Giornata fiacca per l’Euro contro il Dollaro hongkonghese, che passa di mano con un trascurabile +0,01%.Il rendimento per l’obbligazione decennale giapponese è pari allo 0,11%, mentre il rendimento del titolo di Stato decennale cinese tratta al 3,21%. LEGGI TUTTO