More stories

  • in

    Milano in rosso insieme agli altri Eurolistini

    (Teleborsa) – Rosso per Piazza Affari, che chiude gli scambi in calo, in accordo con gli altri mercati europei, che accusano perdite consistenti, così come dall’altra parte dell’oceano. A pesare sul sentiment degli investitori sono ancora una volta i timori di un rallentamento dell’economia globale dovuto a rialzi aggressivi dei tassi da parte delle banche centrali e dei rischi di un potenziale contagio dalle turbolenze nei mercato britannico.Sul mercato valutario, leggera crescita dell’Euro / Dollaro USA, che sale a quota 0,9784. L’Oro mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1.660,1 dollari l’oncia. Seduta in lieve rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che avanza a 82,03 dollari per barile.In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a +244 punti base, con un timido incremento di 3 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 4,65%.Tra i mercati del Vecchio Continente pesante Francoforte, che segna una discesa di ben -1,71 punti percentuali, seduta negativa per Londra, che scende dell’1,77%; sensibili perdite per Parigi, in calo dell’1,53%. Sessione da dimenticare per la Borsa italiana, con il FTSE MIB che lascia sul terreno il 2,40%, proseguendo la serie di tre ribassi consecutivi, iniziata martedì scorso; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share è crollato del 2,37%, scendendo fino a 22.114 punti.Nella Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 1,69 miliardi di euro, in calo di 461,5 milioni di euro, rispetto ai 2,15 miliardi della vigilia; i volumi si sono attestati a 0,48 miliardi di azioni, rispetto ai 0,63 miliardi precedenti.Al top tra le azioni più importanti di Milano, segna un buon incremento Leonardo, che riporta un +0,95% rispetto al precedente.I più forti ribassi, invece, si sono verificati su STMicroelectronics, che ha archiviato la seduta a -5,40%.In apnea Stellantis, che arretra del 4,77%.Tonfo di Prysmian, che mostra una caduta del 4,65%.Lettera su Pirelli, che registra un importante calo del 4,44%.In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Alerion Clean Power (+2,88%), Ariston Holding (+2,00%), Juventus (+1,78%) e Pharmanutra (+1,56%).Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su GVS, che ha terminato le contrattazioni a -7,49%.Scende Caltagirone SpA, con un ribasso del 6,59%.Crolla Maire Tecnimont, con una flessione del 5,23%.Vendite a piene mani su Datalogic, che soffre un decremento del 5,13%.Tra le variabili macroeconomiche di maggior peso:Giovedì 29/09/202209:00 Spagna: Prezzi consumo, annuale (atteso 10%; preced. 10,5%)09:00 Spagna: Prezzi consumo, mensile (preced. 0,3%)10:00 Italia: Prezzi produzione, annuale (preced. 36,9%)10:00 Italia: Prezzi produzione, mensile (preced. 5%)11:00 Unione Europea: Fiducia imprese (atteso -1 punti; preced. 1 punti). LEGGI TUTTO

  • in

    Wall Street in rosso dopo dati macro

    (Teleborsa) – Partenza al ribasso per la borsa di Wall Street come peraltro attesa, anticipata dall’andamento negativo dei derivati statunitensi. I dati macro diffusi prima dell’Opening Bell hanno evidenziato un PIL del secondo trimestre in frenata e richieste iniziali di sussidi di disoccupazione calate ai minimi di aprile. Dati che hanno rafforzato la convinzione tra gli operatori che l’economia americana non è in caduta libera, nonostante la recessione tecnica per via di due trimestri consecutivi in calo e, che, la Federal Reserve potrebbe essere ancora più determinata nella sua strategia aggressiva.Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones sta lasciando sul parterre lo 0,95%; sulla stessa linea, si muove in retromarcia l’S&P-500, che scivola a 3.673 punti. Pessimo il Nasdaq 100 (-1,56%); come pure, negativo l’S&P 100 (-1,22%).Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell’S&P 500. Nel listino, i settori beni di consumo secondari (-1,97%), telecomunicazioni (-1,74%) e materiali (-1,56%) sono tra i più venduti.La sola Blue Chip del Dow Jones in sostanziale aumento è Visa (+0,7%).I più forti ribassi, invece, si verificano su Walgreens Boots Alliance, che continua la seduta con -2,71%.Pesante Apple, che segna una discesa di ben -2,51 punti percentuali.Seduta negativa per Boeing, che scende del 2,41%.Sensibili perdite per Home Depot, in calo del 2,21%.Constellation Energy è l’unica performance positiva del Nasdaq-100, con un aumento dello 0,64%.Le peggiori performance, invece, si registrano su NetEase, che ottiene -3,54%.In apnea Splunk, che arretra del 3,50%.Tonfo di Mercadolibre, che mostra una caduta del 3,26%.Lettera su Asml Holding Nv Eur0.09 Ny Registry, che registra un importante calo del 3,14%.Tra gli appuntamenti macroeconomici che avranno la maggiore influenza sull’andamento dei mercati USA:Giovedì 29/09/202214:30 USA: PIL, trimestrale (atteso -0,6%; preced. -1,6%)14:30 USA: Richieste sussidi disoccupazione, settimanale (atteso 215K unità; preced. 209K unità)Venerdì 30/09/202214:30 USA: Redditi personali, mensile (atteso 0,3%; preced. 0,2%)14:30 USA: Spese personali, mensile (atteso 0,2%; preced. 0,1%)15:45 USA: PMI Chicago (atteso 52 punti; preced. 52,2 punti). LEGGI TUTTO

  • in

    Mercati asiatici positivi dopo il rimbalzo di Wall Street

    (Teleborsa) – I mercati asiatici scambiano in positivo dopo il rimbalzo di Wall Street e dopo che la banca centrale britannica ha lanciato un programma di acquisto di obbligazioni di emergenza per stabilizzare il mercato dei Gilt. Il governo giapponese fornirà supporto, attraverso le istituzioni finanziarie pubbliche, per aiutare le utility a garantire il gas naturale liquefatto (GNL) in mezzo a un’impennata dei prezzi, secondo il quotidiano economico Nikkei.Toyota ha comunicato che la produzione di veicoli è aumentata del 44,3% su base annua ad agosto, un salto record per quel mese, poiché i mercati sono rimbalzati dalla pandemia di Covid-19 e la capacità di produzione è aumentata principalmente all’estero.Hanno debuttato oggi sulla Borsa di Hong Kong le società Onewo, una sussidiaria dello sviluppatore immobiliare China Vanke che ha raccolto 5,6 miliardi di dollari di Hong Kong (713,5 milioni di dollari), e Leapmotor, che ha raccolto 6,06 miliardi di dollari di Hong Kong (771,7 milioni di dollari).Seduta positiva per il listino di Tokyo, che mostra un guadagno dello 0,83% sul Nikkei 225; sulla stessa linea, Shenzhen fa un piccolo salto in avanti dello 0,60%. In rialzo Hong Kong (+0,97%); come pure, sale Seul (+0,96%). In moderato rialzo Mumbai (+0,44%); sulla stessa linea, su di giri Sydney (+1,84%).Contenuto ribasso per l’Euro contro la valuta nipponica, che mostra una flessione dello 0,33%. Andamento negativo per l’Euro nei confronti della divisa cinese, con un ribasso dello 0,81%. Debole la giornata per l’Euro contro il Dollaro hongkonghese, che passa di mano con un calo dello 0,71%.Il rendimento per l’obbligazione decennale giapponese è pari 0,25%, mentre il rendimento del titolo di Stato decennale cinese tratta 2,74%.Tra le variabili macroeconomiche di maggior peso nei mercati asiatici:Venerdì 30/09/202201:30 Giappone: Tasso disoccupazione (atteso 2,5%; preced. 2,6%)01:50 Giappone: Produzione industriale, mensile (atteso 0,2%; preced. 0,8%)01:50 Giappone: Vendite dettaglio, annuale (atteso 2,8%; preced. 2,4%)03:45 Cina: PMI manifatturiero Caixin (atteso 50,2 punti; preced. 49,5 punti)Lunedì 03/10/202201:50 Giappone: Indice Tankan, trimestrale (preced. 9 punti). LEGGI TUTTO

  • in

    In rialzo la Borsa di New York dopo un avvio cauto

    (Teleborsa) – Giornata di forti guadagni per Wall Street, dopo che Bank of England ha dichiarato che interverrò nel mercato obbligazionario per arginare un vertiginoso aumento dei rendimenti. Ciò ha placato i timori degli investitori sui pericoli di contagio in tutto il sistema finanziario. Il Dow Jones è in rialzo dell’1,72%, bloccando così la scia ribassista sostenuta da sei cali consecutivi, che ha preso il via il 20 di questo mese; sulla stessa linea, in forte aumento l’S&P-500, che con il suo +1,72% avanza a quota 3.710 punti. Positivo il Nasdaq 100 (+1,47%); sulla stessa tendenza, in denaro l’S&P 100 (+1,48%).In luce sul listino nordamericano S&P 500 i comparti energia (+3,07%), telecomunicazioni (+2,74%) e sanitario (+2,40%).Al top tra i giganti di Wall Street, Boeing (+4,41%), Home Depot (+4,15%), Walt Disney (+3,34%) e Goldman Sachs (+3,15%).Le peggiori performance, invece, si registrano su Apple, che ottiene -2,37%.Tra i best performers del Nasdaq 100, Biogen (+37,49%), Netflix (+7,44%), Illumina (+6,65%) e Charter Communications (+5,50%).I più forti ribassi, invece, si verificano su Align Technology, che continua la seduta con -2,64%.In apnea Apple, che arretra del 2,37%.Calo deciso per Skyworks Solutions, che segna un -1,07%.Pensosa Qualcomm, con un calo frazionale dello 0,56%.Tra le grandezze macroeconomiche più importanti dei mercati statunitensi:Mercoledì 28/09/202214:30 USA: Scorte ingrosso, mensile (atteso 0,4%; preced. 0,6%)16:00 USA: Vendita case in corso, mensile (atteso -1,4%; preced. -0,6%)16:30 USA: Scorte petrolio, settimanale (atteso 443K barili; preced. 1,14 Mln barili)Giovedì 29/09/202214:30 USA: PIL, trimestrale (atteso -0,6%; preced. -1,6%)14:30 USA: Richieste sussidi disoccupazione, settimanale (atteso 215K unità; preced. 213K unità). LEGGI TUTTO

  • in

    Poco mossa Wall Street, focus su Apple con outlook in peggioramento

    (Teleborsa) – Wall Street si muove con un andamento incerto, dopo un allentamento dei rendimenti dei Treasury che riporta una certa calma sui mercati statunitensi. Gli investitori si trovano sempre a valutare i rischi di un rallentamento (e recessione) globale, anche a causa delle scelte delle banche centrali. Nelle ultime 24 ore sono arrivate nuove parole di supporto al percorso di restringimento monetario della Banca centrale americana, senza che questo debba però per forza sfociare in una recessione.Neel Kashkari (FED di Minneapolis) ha dichiarato che “il ritmo dei rialzi è appropriato. […] Ci stiamo muovendo molto aggressivamente. C’è ancora molto restringimento [della politica monetaria] in programma. James Bullard (FED di St. Louis) ha definito incoraggiante il fatto che le aspettative di inflazione siano al livello corretto, ma ha avvertito che la credibilità della banca centrale e del sistema basato sul definire un target di inflazione è a rischio se la FED non continuerà a dare risposte adeguate. Charles Evans (FED di Chicago) ha affermato che un contesto di tassi più duro “ci sarà per un po’”, con i Fed Funds che potrebbero aumentare fino alla primavera del 2023.”Mentre il mercato ha prezzato maggiori rischi di un esito da hawkish/recessione, le nostre stime implicano che, se la FED spingesse l’economia in recessione, potrebbero esserci ancora notevoli ribassi sia per le obbligazioni che per le azioni”, hanno scritto gli analisti di Goldman Sachs in una nota.Sul fronte macroeconomico, le scorte di magazzino negli Stati Uniti sono cresciute oltre le attese nel mese di agosto. Sono invece tornate a calare le richieste di mutui settimanali. Gli investitori si trovano anche a valutare l’indicatore della vendita di case in corso e le scorte settimanali di greggio in giacenza presso le imprese USA.Occhi puntati su Apple, dopo che Bloomberg ha riferito che il colosso statunitense ha detto ai fornitori di ridurre gli sforzi per aumentare l’assemblaggio della sua famiglia di prodotti iPhone 14 di ben 6 milioni di unità nella seconda metà di quest’anno. “Apple ha così tanti componenti che qualsiasi debolezza nella domanda di Apple ha un grande impatto a catena su molti ambiti, quindi anche chip, processing e vendite al dettaglio”, ha affermato Patrick Armstrong, chief investment officer di Plurimi Wealth.Nel settore farmacuetico, spiccano le performance di Biogen (assieme al partner giapponese Eisai ha affermato che il loro farmaco sperimentale per l’Alzheimer ha rallentato drasticamente la progressione della malattia in uno studio) e Ocugen (ha annunciato un accordo di licenza con la Washington University di St. Louis per sviluppare, commercializzare e produrre il suo vaccino intranasale contro il Covid-19).Sostanzialmente stabile Wall Street, che continua la sessione sui livelli della vigilia, con il Dow Jones che si ferma a 29.154 punti; sulla stessa linea, giornata senza infamia e senza lode per l’S&P-500, che rimane a 3.645 punti. Poco sotto la parità il Nasdaq 100 (-0,32%); sulla stessa linea, sotto la parità l’S&P 100, che mostra un calo dello 0,30%.In buona evidenza nell’S&P 500 i comparti sanitario (+1,08%), energia (+0,70%) e telecomunicazioni (+0,68%). Il settore informatica, con il suo -1,18%, si attesta come peggiore del mercato.Al top tra i giganti di Wall Street, Home Depot (+1,69%), Amgen (+1,31%), Nike (+1,18%) e DOW (+1,12%).Le peggiori performance, invece, si registrano su Apple, che ottiene -3,65%.Vendite su United Health, che registra un ribasso dell’1,25%.Seduta negativa per IBM, che mostra una perdita dell’1,06%.Contrazione moderata per Wal-Mart, che soffre un calo dello 0,78%.Sul podio dei titoli del Nasdaq, Biogen (+39,04%), Docusign (+4,62%), Illumina (+4,12%) e Netflix (+3,10%).I più forti ribassi, invece, si verificano su Apple, che continua la seduta con -3,65%.Sotto pressione Qualcomm, che accusa un calo dell’1,82%.Scivola Skyworks Solutions, con un netto svantaggio dell’1,70%.In rosso Asml Holding Nv Eur0.09 Ny Registry, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,62%.Tra le variabili macroeconomiche di maggior peso nei mercati nordamericani:Mercoledì 28/09/202214:30 USA: Scorte ingrosso, mensile (atteso 0,4%; preced. 0,6%)16:00 USA: Vendita case in corso, mensile (atteso -1,4%; preced. -1%)16:30 USA: Scorte petrolio, settimanale (atteso 443K barili; preced. 1,14 Mln barili)Giovedì 29/09/202214:30 USA: PIL, trimestrale (atteso -0,6%; preced. -1,6%)14:30 USA: Richieste sussidi disoccupazione, settimanale (atteso 215K unità; preced. 213K unità). LEGGI TUTTO

  • in

    Borse europee nervose. Vola il gas, spread in tensione

    (Teleborsa) – Finale debole per le principali borse europee con gli investitori preoccupati per le incertezze sul futuro dell’economia globale e le conseguenze delle politiche monetarie delle principali banche centrali per fronteggiare l’inflazione. La crisi energetica è tornata al centro dell’attenzione dopo che tre linee offshore del gasdotto Nord Stream, che corre sotto al Mar Baltico, hanno subito danni “senza precedenti” in un solo giorno.La Borsa di Milano è in netta decrescita, dove hanno sofferto particolarmente le utilities, con gli operatori che prezzano le incertezze che incombono sul settore energetico, che dovrà confrontarsi con le future scelte del nuovo governo, con le misure in corso di approvazione a livello europeo e con la crisi energetica invernale.Sul mercato valutario, stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 0,9625. L’Oro continua la sessione in rialzo e avanza a quota 1.637,6 dollari l’oncia. Forte rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mette a segno un guadagno del 2,34%.Sensibile peggioramento dello spread, che raggiunge quota +250 punti base, aumentando di 13 punti base, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento del 4,74%. Gli analisti continuano però a non parlare di rischio Italia e si dicono in attesa di conoscere le prime mosse del nuovo governo. Tra gli indici di Eurolandia sotto pressione Francoforte, che accusa un calo dello 0,72%, contrazione moderata per Londra, che soffre un calo dello 0,52%; sottotono Parigi che mostra una limatura dello 0,27%. Scambi in ribasso per la Borsa di Milano, che accusa una flessione dell’1,16% sul FTSE MIB, mentre, al contrario, il FTSE Italia All-Share procede a piccoli passi, avanzando a 23.019 punti.Dai dati di chiusura di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna risulta essere stato pari a 1,88 miliardi di euro, in ribasso (-11,67%), rispetto ai precedenti 2,13 miliardi; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,61 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,58 miliardi.Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, effervescente Amplifon, con un progresso del 3,86%.Incandescente Saipem, che vanta un incisivo incremento del 3,82%.In primo piano Telecom Italia, che mostra un forte aumento del 3,41%.Decolla Tenaris, con un importante progresso del 3,02%.Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Terna, che ha terminato le contrattazioni a -5,49%.Scivola Enel, con un netto svantaggio del 5,40%.Scende Hera, con un ribasso del 5,31%.In rosso A2A, che evidenzia un deciso ribasso del 4,08%.In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Saras (+6,26%), Industrie De Nora (+2,59%), SOL (+1,77%) e Sanlorenzo (+1,77%).Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Acea, che ha terminato le contrattazioni a -4,80%.Crolla ERG, con una flessione del 4,45%.Vendite a piene mani su IREN, che soffre un decremento del 3,89%.Pessima performance per Datalogic, che registra un ribasso del 3,56%.Tra gli appuntamenti macroeconomici che avranno la maggiore influenza sull’andamento dei mercati:Martedì 27/09/202210:00 Unione Europea: M3, annuale (atteso 5,4%; preced. 5,5%)14:30 USA: Ordini beni durevoli, mensile (atteso -0,4%; preced. -0,1%)15:00 USA: Indice FHFA prezzi case, mensile (preced. 0,1%)15:00 USA: S&P Case-Shiller, annuale (atteso 17%; preced. 18,7%)16:00 USA: Fiducia consumatori, mensile (atteso 104,5 punti; preced. 103,6 punti). LEGGI TUTTO

  • in

    Europa tonica. Piazza Affari non si allinea appesantita da utilities

    (Teleborsa) – Sessione volatile per i mercati europei, con Milano che resta indietro rispetto alle altre piazze del Vecchio Continente. Gli investitori sono sempre preoccupati per le incertezze sul futuro dell’economia globale e le conseguenze delle politiche monetarie delle principali banche centrali per fronteggiare l’inflazione. La crisi energetica è tornata al centro dell’attenzione dopo che tre linee offshore del gasdotto Nord Stream, che corre sotto al Mar Baltico, hanno subito danni “senza precedenti” in un solo giorno. A Piazza Affari soffrono particolarmente le utilities, che sono di gran lunga il settore più colpito dalle vendite negli scambi odierni. Gli investitori prezzano le incertezze che incombono sul settore energetico, che dovrà confrontarsi con le future scelte del governo, con le misure in corso di approvazione a livello europeo e con la crisi energetica invernale. Sul FTSE MIB spicca Nexi, che si aspetta un excess cash di 2,8 miliardi di euro entro il 2025, che sarà usato per riduzione del debito, accordi di fusioni e acquisizioni o restituzioni con buyback e dividendi. Sul fronte M&A, l’AD Paolo Bertoluzzo ha detto che “al momento non penso che faremo grandi cose: continueremo a esplorare le opportunità, ma soprattutto vogliamo davvero realizzare questo piano, siamo contenti di questo piano e vogliamo implementarlo con tutte le energie possibili”.Sul fronte macroeconomico, l’Istat ha rilevato una diminuzione congiunturale per esportazioni (-7%) e importazioni (-3,6%) su base mensile nel mese di agosto. Sale più delle attese la massa monetaria M3 nell’Eurozona nello stesso mese.In una giornata in cui i rendimenti dei Titoli di Stato europei indietreggiano, i BTP italiani sono sostanzialmente stabili, facendo aumentare lo spread. Gli analisti continuano però a non parlare di rischio Italia e si dicono in attesa di conoscere le prime mosse del nuovo governo. “Se nelle prossime settimane i negoziati con l’UE sul bilancio di quest’anno saranno positivi, la necessità di un approccio cooperativo alla sicurezza energetica dell’Unione, che favorirà l’agenda nazionalistica italiana, e di una posizione unitaria nei confronti dell’aggressione russa (più Polonia che Ungheria), a nostro avviso implicherà che gli spread e i rendimenti dovrebbero restringersi fino alla fine dell’anno con nuove emissioni negative”, commenta Kaspar Hense, Senior Portfolio Manager, BlueBay Asset Management.L’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,35%. Segno più per l’oro, che mostra un aumento dell’1,18%. Deciso rialzo del petrolio (Light Sweet Crude Oil) (+1,6%), che raggiunge 77,93 dollari per barile.Torna a salire lo spread, attestandosi a +246 punti base, con un aumento di 9 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari al 4,52%.Tra le principali Borse europee si muove in modesto rialzo Francoforte, evidenziando un incremento dello 0,63%, senza spunti Londra, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi, e si muove in territorio positivo Parigi, mostrando un incremento dello 0,73%.A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 21.242 punti; sulla stessa linea, si muove intorno alla parità il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 23.043 punti. Leggermente negativo il FTSE Italia Mid Cap (-0,3%); sulla parità il FTSE Italia Star (-0,11%).Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, in primo piano Nexi, che mostra un forte aumento del 4,47%.Decolla STMicroelectronics, con un importante progresso del 3,46%.In evidenza Telecom Italia, che mostra un forte incremento del 3,03%.Svetta Ferrari che segna un importante progresso del 2,06%.I più forti ribassi, invece, si verificano su Terna, che continua la seduta con -3,57%.Pessima performance per Fineco, che registra un ribasso del 2,50%.In rosso Enel, che evidenzia un deciso ribasso del 2,48%.Sessione nera per Hera, che lascia sul tappeto una perdita del 2,18%.Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Sanlorenzo (+3,22%), Industrie De Nora (+2,85%), Saras (+2,30%) e Brunello Cucinelli (+1,46%).I più forti ribassi, invece, si verificano su Antares Vision, che continua la seduta con -4,91%.In perdita Juventus, che scende del 3,17%.Pesante ERG, che segna una discesa di ben -3,13 punti percentuali.Seduta negativa per Wiit, che scende del 3,01%.Tra le grandezze macroeconomiche più importanti:Martedì 27/09/202210:00 Unione Europea: M3, annuale (atteso 5,4%; preced. 5,5%)14:30 USA: Ordini beni durevoli, mensile (atteso -0,4%; preced. 0%)15:00 USA: Indice FHFA prezzi case, mensile (preced. 0,1%)15:00 USA: S&P Case-Shiller, annuale (atteso 17%; preced. 18,6%)16:00 USA: Fiducia consumatori, mensile (atteso 104,5 punti; preced. 103,2 punti). LEGGI TUTTO

  • in

    Mercati asiatici misti, interventi di banche centrali Cina e Giappone

    (Teleborsa) – I mercati asiatici sono misti dopo l’ennesima seduta negativa di Wall Street, l’aumento dei rendimenti obbligazionari e la crescita dei timori di una recessione globale. Intanto, un report della Banca Mondiale afferma che la crescita nella maggior parte dell’Asia orientale in via di sviluppo e nel Pacifico è rimbalzata nel 2022 dagli effetti del Covid-19, mentre la Cina ha perso slancio a causa delle continue misure di contenimento del virus.L’organizzazione internazionale prevede che la crescita nell’Asia orientale in via di sviluppo e nel Pacifico al di fuori della Cina accelererà al 5,3% nel 2022 dal 2,6% nel 2021. La Cina, che in precedenza ha guidato la ripresa nella regione, dovrebbe crescere del 2,8% nel 2022, una forte decelerazione dall’8,1% nel 2021.Nella giornata odierna, la People’s Bank of China ha iniettato un totale di 175 miliardi di yuan (quasi 25 miliardi di dollari) nel sistema bancario attraverso operazioni di reverse repo, nel tentativo di mantenere la liquidità nel sistema. Un reverse repo, o accordo di riacquisto inverso, è un processo attraverso il quale la banca centrale acquista titoli dalle banche per mantenere i livelli di liquidità. La banca centrale si impegna inoltre a rivendere loro i titoli in una data futura.La Bank of Japan ha invece dichiarato che acquisterà i titoli di Stato giapponesi in un’operazione speciale. In particolare, la BOJ acquisterà titoli con scadenze da 10 a 25 anni per un valore di 100 miliardi di yen (quasi 700 milioni di dollari) e titoli con scadenze da 5 a 10 anni per un valore di 150 miliardi di yen.Lieve aumento per la Borsa di Tokyo, che mostra sul Nikkei 225 un rialzo dello 0,43%, spezzando la serie negativa iniziata mercoledì scorso; sulla stessa linea, in rialzo Shenzhen, che aumenta rispetto alla vigilia arrivando allo 0,79%.Negativo Hong Kong (-0,86%); come pure, variazioni negative per Seul (-0,92%). In frazionale calo Mumbai (-0,33%); leggermente positivo Sydney (+0,24%).Allunga timidamente il passo l’Euro contro la valuta nipponica, che tratta con un modesto progresso dello 0,26%. Balza in avanti l’Euro nei confronti della divisa cinese, che amplia la performance positiva, con un incremento dello 0,79%. Modesto guadagno per l’Euro contro il Dollaro hongkonghese, che avanza di poco a +0,44%.Il rendimento dell’obbligazione decennale giapponese tratta 0,25%, mentre il rendimento del titolo di Stato decennale cinese è pari 2,72%.Tra i dati macroeconomici rilevanti sui mercati asiatici:Venerdì 30/09/202201:30 Giappone: Tasso disoccupazione (atteso 2,5%; preced. 2,6%)01:50 Giappone: Produzione industriale, mensile (atteso 0,2%; preced. 0,8%)01:50 Giappone: Vendite dettaglio, annuale (atteso 2,8%; preced. 2,4%)03:45 Cina: PMI manifatturiero Caixin (atteso 50,2 punti; preced. 49,5 punti)Lunedì 03/10/202201:50 Giappone: Indice Tankan, trimestrale (preced. 9 punti). LEGGI TUTTO