More stories

  • in

    Cautela a Wall Street

    (Teleborsa) – La Borsa di Wall Street continua la seduta con prudenza dopo un avvio sostanzialmente piatto nel giorno del primo dibattito televisivo tra i candidati alla presidenza USA, Joe Biden e Donald Trump.Sul fronte macroeconomico, l’Indice S&P/Case Shiller, che misura l’andamento dei prezzi delle abitazioni nelle 20 principali città americane, ha evidenziato nel mese di luglio un incremento superiore al consensus. Oltre le previsioni il miglioramento della fiducia dei consumatori.Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones mostra una flessione dello 0,76%; sulla stessa linea, in calo l’S&P-500, che continua la giornata sotto la parità a 3.330 punti. In lieve ribasso il Nasdaq 100 (-0,35%); giù l’S&P 100 (-0,61%).Scivolano sul listino americano S&P 500 tutti i settori. Tra i più negativi della lista dell’S&P 500, troviamo i comparti energia (-3,56%), finanziario (-1,33%) e beni industriali (-1,04%).La sola Blue Chip del Dow Jones in sostanziale aumento è Nike (+1,7%).Le peggiori performance, invece, si registrano su Exxon Mobil, che ottiene -3,60%.Crolla Chevron, con una flessione del 3,25%.Vendite a piene mani su Travelers Company, che soffre un decremento del 3,08%.Pessima performance per Raytheon Technologies, che registra un ribasso del 2,26%.Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Micron Technology (+1,97%), Western Digital (+1,81%), Nvidia (+1,48%) e C.H.Robinson (+1,14%).I più forti ribassi, invece, si verificano su American Airlines, che continua la seduta con -4,94%.Sessione nera per Wynn Resorts, che lascia sul tappeto una perdita del 3,75%.In caduta libera Marriott International, che affonda del 2,92%.Pesante Bed Bath & Beyond, che segna una discesa di ben -2,55 punti percentuali. LEGGI TUTTO

  • in

    Finale in rosso per Piazza Affari e le altre Borse europee

    (Teleborsa) – Tutti negativi gli indici di Piazza Affari e degli altri principali listini europei che hanno preso la via del ribasso sul finale seguendo l’andamento in rosso di Wall Street.Sul mercato valutario, seduta in lieve rialzo per l’Euro / Dollaro USA, che avanza a quota 1,174. Lieve aumento dell’oro, che sale a 1.879,9 dollari l’oncia. Prevalgono le vendite sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 38,94 dollari per barile, in forte calo del 4,09%.Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a +139 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,85%.Tra i listini europei giornata fiacca per Francoforte, che segna un calo dello 0,35%, piccola perdita per Londra, che scambia con un -0,51%, e tentenna Parigi, che cede lo 0,23%. Si muove in frazionale ribasso Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,52%; sulla stessa linea, cede alle vendite il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 20.905 punti.Buona la performance a Milano dei comparti tecnologia (+1,39%), sanitario (+0,90%) e chimico (+0,52%).Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti materie prime (-3,06%), viaggi e intrattenimento (-2,21%) e petrolio (-1,94%).Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, buoni spunti su Amplifon, che mostra un ampio vantaggio dell’1,98%.Ben impostata Atlantia, che mostra un incremento dell’1,83%.Tonica DiaSorin che evidenzia un bel vantaggio dell’1,82%.In luce STMicroelectronics, con un ampio progresso dell’1,71%.I più forti ribassi, invece, si verificano su Saipem, che continua la seduta con -3,22%.Affonda Tenaris, con un ribasso del 3,21%.Crolla Leonardo, con una flessione del 3,03%.Vendite su ENI, che registra un ribasso del 2,84%.In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Sanlorenzo (+2,13%), Acea (+1,91%), Datalogic (+1,83%) e Sesa (+1,69%).Le peggiori performance, invece, si registrano su Saras, che ottiene -4,05%.Vendite a piene mani su Cerved Group, che soffre un decremento del 3,58%.Pessima performance per Autogrill, che registra un ribasso del 3,56%.Sessione nera per doValue, che lascia sul tappeto una perdita del 3,46%. LEGGI TUTTO

  • in

    Wall Street avvia la settimana con la rincorsa

    (Teleborsa) – Giornata di guadagni per la Borsa di New York, che avvia le contrattazioni in forte rialzo, dimostrando il favore del mercato per il vantaggio dei Democratici nei sondaggi pre-elettorali, dopo le indiscrezioni sulle tasse non pagate del Presidente Trump, che ne hanno compromesso la posizione in vista delle prossime elezioni. A sostenere il mercato anche l’evoluzione della vicenda TikTok e la licenza concessa ad Uber nelle pieghe del riavvio dei colloqui per la Brexit.Il Dow Jones, che mostra una plusvalenza dell’1,45%; sulla stessa linea, l’S&P-500 continua la giornata in aumento dell’1,38%. Positivo il Nasdaq 100 (+1,34%).Risultato positivo nel paniere S&P 500 per i settori energia (+2,55%), beni industriali (+1,68%) e finanziario (+1,56%).Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Chevron (+3,49%), American Express (+2,75%), Boeing (+2,45%) e DOW (+2,31%).Sul podio dei titoli del Nasdaq, Tesla Motors (+4,22%), Biogen (+3,81%), American Airlines (+2,97%) e Ross Stores (+2,60%).La peggiore è Micron Technology, che prosegue le contrattazioni a -1,53%.Calo deciso per Akamai Technologies, che segna un -1,35%.Sotto pressione Bed Bath & Beyond, con un forte ribasso dell’1,24%.Sostanzialmente debole Regeneron Pharmaceuticals, che registra una flessione dello 0,86%. LEGGI TUTTO

  • in

    Piazza Affari si muove in territorio positivo, in sintonia con l'Europa

    (Teleborsa) – Prevalgono gli acquisti nella Borsa di Milano, al pari delle principali Borse Europee, spinta dalla buona performance dei titoli bancari ed industriali. Resta tuttavia la cautela per il quadro immutato sulla diffusione del Covid-19, ma le indicazioni positive giunte dalla Cina contribuiscono a rasserenare il sentiment degli investitori.Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,28%. Sostanzialmente stabile l’oro, che continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 1.858,5 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un guadagno frazionale dello 0,62%.Invariato lo spread, che si posiziona a +141 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta allo 0,89%.Tra le principali Borse europee ottima performance per Francoforte, che registra un progresso del 2,67%, tonica Londra che evidenzia un bel vantaggio dell’1,34%, e exploit di Parigi, che mostra un rialzo dell’1,95%. Pioggia di acquisti sul listino milanese, che mostra un guadagno dell’1,88% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, in forte aumento il FTSE Italia All-Share, che con il suo +1,79% avanza a quota 20.884 punti.Si distinguono a Piazza Affari i settori servizi finanziari (+2,61%), bancario (+2,42%) e assicurativo (+2,38%).Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, su di giri Saipem (+4,74%).Acquisti a piene mani su Unicredit, che vanta un incremento del 4,29%.Effervescente Amplifon, con un progresso del 4,17%.Incandescente Mediobanca, che vanta un incisivo incremento del 3,98%.In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Danieli (+5,85%), Ferragamo (+4,01%), Autogrill (+3,64%) e Piaggio (+3,02%).Le peggiori performance, invece, si registrano su Salini Impregilo, che ottiene -5,61%.Sotto pressione Tinexta, che accusa un calo dell’1,52%. LEGGI TUTTO

  • in

    Sotto pressione i mercati europei

    (Teleborsa) – Giornata negativa per Piazza Affari, che scambia in pesante ribasso, assieme agli altri Eurolistini. A pesare sul sentiment degli operatori sono i timori per la situazione dei contagi, soprattutto in Francia, dove il premier ha paventato un nuovo lockdown. Intanto, oltreoceano, riprendono i contatti tra Democratici e Repubblicani per varare un nuovo pacchetto di aiuti all’economia americana.Sul mercato Forex, sessione debole per l’Euro / Dollaro USA, che scambia con un calo dello 0,26%. L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,56%. Debole il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scende a 40,04 dollari per barile.In salita lo spread, che arriva a quota +141 punti base, con un incremento di 3 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari allo 0,89%.Nello scenario borsistico europeo in apnea Francoforte, che arretra dell’1,90%. Giornata fiacca per Londra, che segna un calo dello 0,68%. Tonfo di Parigi, che mostra una caduta dell’1,85%. Pioggia di vendite sul listino milanese, che scambia con una pesante flessione dell’1,63%.Forte nervosismo e perdite generalizzate a Milano su tutti i settori, senza esclusione alcuna.Nella parte bassa della classifica di Milano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti tecnologia (-3,95%), viaggi e intrattenimento (-2,76%) e alimentare (-2,26%).Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, brilla Banco BPM, con un forte incremento (+2,72%).Denaro sugli energetici: bilancio positivo per Terna, che vanta un progresso dello 0,74%. Sostanzialmente tonico Snam, che registra una plusvalenza dello 0,64%.Le peggiori performance, invece, si registrano su STMicroelectronics, che ottiene -4,36%.Lettera su Azimut, che registra un importante calo del 3,30%.Affonda Pirelli, con un ribasso del 3,10%.Crolla BPER, con una flessione del 2,91%.Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Danieli (+6,91%), Sanlorenzo (+3,83%), Ferragamo (+1,33%) e Garofalo Health Care (+0,77%).I più forti ribassi, invece, si verificano su FILA, che continua la seduta con -4,21%.Vendite a piene mani su Salini Impregilo, che soffre un decremento del 3,51%.Pessima performance per Anima Holding, che registra un ribasso del 3,49%.Sessione nera per Autogrill, che lascia sul tappeto una perdita del 3,25%. LEGGI TUTTO

  • in

    Rosso a Piazza Affari e nel resto d'Europa

    (Teleborsa) – Milano è debole, in scia alle altre Borse di Eurolandia, nonostante il tentativo di rimbalzo messo a segno in avvio sulle speranze che gli Stati Uniti predispongano nuovi stimoli fiscali per la crescita economica. L’incertezza continua a essere dominante, in particolare alla luce dell’andamento dei contagi da coronavirus.Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,06%. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.871 dollari l’oncia. Sostanzialmente stabile il mercato petrolifero, con il greggio (Light Sweet Crude Oil) che scambia a 40,35 dollari per barile.Sulla parità lo spread, che rimane a quota +138 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,87%.Tra i listini europei si muove sotto la parità Francoforte, evidenziando un decremento dello 0,63%. Ferma Londra, che segna un quasi nulla di fatto. Sotto pressione Parigi, con un forte ribasso dello 0,81%. Si muove in frazionale ribasso Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,64%; sulla stessa linea, in lieve calo il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata sotto la parità a 20.598 punti.Si distinguono a Piazza Affari i settori vendite al dettaglio (+0,73%) e petrolio (+0,42%).Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori tecnologia (-2,01%), alimentare (-1,83%) e automotive (-1,55%).Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, exploit di Banco BPM, che mostra un rialzo del 4,40%.Bene gli energetici: bilancio decisamente positivo per Terna, che vanta un progresso dell’1,11%. Piccolo passo in avanti per Saipem, che mostra un progresso dello 0,60%. Composta ENI, che cresce di un modesto +0,54%.Le peggiori performance, invece, si registrano su STMicroelectronics, che ottiene -2,38%.Lettera su Campari, che registra un importante calo del 2,10%.Soffre Pirelli, che evidenzia una perdita dell’1,84%.Preda dei venditori Ferrari, con un decremento dell’1,72%.Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Danieli (+10,20%), Sanlorenzo (+2,24%), Banca MPS (+1,26%) e doValue (+0,71%).I più forti ribassi, invece, si verificano su Guala Closures, che continua la seduta con -2,92%.Affonda Salini Impregilo, con un ribasso del 2,68%.Crolla FILA, con una flessione del 2,37%.Vendite a piene mani su Aeroporto di Bologna, che soffre un decremento del 2,13%. LEGGI TUTTO

  • in

    Wall Street marcia in territorio positivo sospinta da tech

    (Teleborsa) – Wall Street viaggia in rialzo a metà seduta, dopo aver recuperato terreno nel corso della prima parte delle contrattazioni, sulle speranze per l’arrivo di un nuovo piano di stimoli all’economia. A stimolare le vendite anche la buona performance di Apple e del settore tech. Il Dow Jones continua la giornata con un aumento dello 0,91%, a 27.007 punti; sulla stessa linea l’S&P-500, che continua la giornata a 3.267 punti. In rialzo il Nasdaq 100 (+1,26%); con analoga direzione, sale l’S&P 100 (+0,94%).In luce sul listino nordamericano S&P 500 i comparti utilities (+1,50%), materiali (+1,43%) e informatica (+1,31%). In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Goldman Sachs (+5,43%), Apple (+2,13%), Microsoft (+1,80%) e Caterpillar (+1,68%).La peggiore performance è quella di Boeing, che scivola dell’1,79%.Calo deciso per Cisco Systems, che segna un -1,1%.Giornata fiacca per Pfizer, che segna un calo dello 0,69%.Piccola perdita per Raytheon Technologies, che scambia con un -0,56%.Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Bed Bath & Beyond (+5,87%), Lam Research (+4,52%), Tesla Motors (+4,16%) e Illumina (+3,11%).Le più forti vendite su Western Digital, che prosegue le contrattazioni a -2,39%.Sotto pressione Moderna, con un forte ribasso dell’1,58%.Soffre Gilead Sciences, che evidenzia una perdita dell’1,49%.Preda dei venditori Cisco Systems, con un decremento dell’1,10%. LEGGI TUTTO

  • in

    Wall Street parte in rosso su incertezze Covid e crisi economica

    (Teleborsa) – Wall Street avvia gli scambi in ribasso, in risposta all’accelerazione dei contagi di Covid-19 nel mondo e di riflesso alle preoccupazioni sull’impatto economico della pandemia.Mentre Goldman Sachs ha dimezzato le stime di crescita dell’economia USA nel quarto trimestre dal 6% al 3%, il mercato americano guarda con meno fiducia all’approvazione di un nuovo pacchetto di aiuti all’economia da parte del Congresso. E se la Fed sta esercitando pressioni sul legislatore per il varo di nuovi stimoli fiscali, l’avvicinarsi delle elezioni rende il quadro molto incerto.A deludere il mercato ha concorso anche il dato settimanale dei sussidi alla disoccupazione, risultato in crescita e peggiore delle attese. Il dollaro è ai massimi da due mesi a questa parte, mentre l’oro continua a scivolare sotto i 1.900 dollari.A New York, l’indice Dow Jones scambia con un calo dello 0,37%; sulla stessa line, l’S&P-500 che si posiziona sotto i livelli della vigilia a 3.227 punti. Sulla parità il Nasdaq 100 (-0,07%).Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell’S&P 500. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti energia (-0,93%), sanitario (-0,87%) e beni industriali (-0,48%).Al top tra i giganti di Wall Street, Goldman Sachs (+1,94%), Apple (+1,06%) e Microsoft (+0,90%).La peggiore è Raytheon Technologies, che cede l’1,58%.Sotto pressione Boeing, che accusa un calo dell’1,57%.Scivola DOW, con un netto svantaggio dell’1,35%.In rosso Walt Disney, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,13%.Sul podio dei titoli del Nasdaq, Bed Bath & Beyond (+4,46%), Nvidia (+2,04%), Lam Research (+1,86%) e Equinix (+1,46%).Vendite su Moderna, che arretra del 3,62%.Crolla American Airlines, con una flessione del 2,60%.Vendite a piene mani su Tesla Motors, che soffre un decremento del 2,46%.Pessima performance per Fiserv, che registra un ribasso del 2,21%. LEGGI TUTTO