More stories

  • in

    Borse europee in rosso, inclusa Piazza Affari

    (Teleborsa) – Pioggia di vendite sui principali mercati del Vecchio Continente. Anche Piazza Affari è stata oggetto di realizzi, anche se con perdite minori. A Wall Street, l’S&P-500 prosegue le contrattazioni in calo con gli investitori prudenti in vista della riunione della Federal Reserve, in calendario la prossima settimana.Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,29%. Sostanzialmente stabile l’oro, che continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 1.755 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) in calo (-1,36%) si attesta su 71,62 dollari per barile.Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a +100 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,72%.Tra le principali Borse europee sotto pressione Francoforte, con un forte ribasso dell’1,03%, soffre Londra, che evidenzia una perdita dell’1,19%, e preda dei venditori Parigi, con un decremento dello 0,79%. Segno meno in chiusura per il listino milanese, in una sessione caratterizzata da ampie vendite, con il FTSE MIB che accusa una discesa dello 0,98%, mentre, al contrario, il FTSE Italia All-Share termina la giornata in aumento dello 0,70%.In Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,76 miliardi di euro, restando invariato rispetto alla seduta precedente; i volumi scambiati sono passati da 0,58 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,51 miliardi.Su 433 titoli trattati in Piazza Affari, 213 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 182. Invariate le rimanenti 38 azioni.Tra i best performers di Milano, in evidenza Atlantia (+3,07%), Moncler (+2,55%), Telecom Italia (+1,41%) e Campari (+1,35%).Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Stellantis, che ha terminato le contrattazioni a -3,45%.In caduta libera Tenaris, che affonda del 3,21%.Pesante STMicroelectronics, che segna una discesa di ben -2,74 punti percentuali.Seduta drammatica per Recordati, che crolla del 2,43%.Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Autogrill (+3,79%), IGD (+3,34%), FILA (+2,57%) e Rai Way (+2,50%).Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Sanlorenzo, che ha terminato le contrattazioni a -3,04%.Sensibili perdite per B.F, in calo del 2,69%.In apnea Sesa, che arretra del 2,68%.Tonfo di Fincantieri, che mostra una caduta del 2,27%. LEGGI TUTTO

  • in

    Giornata positiva per i mercati europei

    (Teleborsa) – Bilancio positivo a fine giornata per i mercati finanziari del Vecchio Continente. Gli acquisti diffusi interessano anche Piazza Affari, che chiude sulla stessa onda rialzista degli altri listini di Eurolandia. Nel frattempo sui mercati USA si muove in territorio negativo l’S&P-500, che registra una flessione dello 0,61%.Seduta in frazionale ribasso per l’Euro / Dollaro USA, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,48%. Ha sofferto di parecchie vendite l’oro, che continua gli scambi a 1.755 dollari l’oncia. Vendite diffuse sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 72,03 dollari per barile.Lieve miglioramento dello spread, che scende fino a +99 punti base, con un calo di 2 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta allo 0,69%.Tra i listini europei giornata moderatamente positiva per Francoforte, che sale di un frazionale +0,23%, resta vicino alla parità Londra (+0,16%), e seduta senza slancio per Parigi, che riflette un moderato aumento dello 0,59%.Seduta positiva per il listino milanese, che porta a casa un guadagno dello 0,78% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, performance positiva per il FTSE Italia All-Share, che termina la giornata in aumento dello 0,70% rispetto alla chiusura di ieri.Consolida i livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (+0,08%); poco sopra la parità il FTSE Italia Star (+0,52%).Alla chiusura della Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna risulta essere stato pari a 2,49 miliardi di euro, in deciso ribasso (-12,27%), rispetto alla seduta precedente che aveva visto la negoziazione di 2,84 miliardi di euro; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,58 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,49 miliardi.Tra i 432 titoli trattati, 206 azioni hanno chiuso la sessione odierna in progresso, mentre 180 hanno chiuso in ribasso. Invariati i restanti 46 titoli.Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, svetta CNH Industrial che segna un importante progresso del 3,84%.Vola Nexi, con una marcata risalita del 2,90%.Brilla Fineco, con un forte incremento (+2,01%).Ben impostata Unipol, che mostra un incremento dell’1,89%.I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Saipem, che ha archiviato la seduta a -1,81%.In rosso Tenaris, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,23%.Deludente Atlantia, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.Fiacca Banca Generali, che mostra un piccolo decremento dello 0,74%.In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, ENAV (+3,26%), Maire Tecnimont (+2,93%), La Doria (+2,46%) e Banca Popolare di Sondrio (+2,33%).I più forti ribassi, invece, si sono verificati su El.En, che ha archiviato la seduta a -4,05%.In caduta libera Brembo, che affonda del 2,92%.Pesante doValue, che segna una discesa di ben -2,91 punti percentuali.Seduta drammatica per Saras, che crolla del 2,85%. LEGGI TUTTO

  • in

    Milano in rosso insieme agli altri Listini europei

    (Teleborsa) – Seduta no per la Borsa di Milano, che ha fatto peggio degli altri mercati europei, in una giornata caratterizzata da un clima generalmente negativo. C’è nervosismo anche a Wall Street con gli investitori che digeriscono i deludenti dati sull’inflazione statunitense.Sul mercato valutario, poco mosso l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,182. L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,56%. Giornata di forti guadagni per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in rialzo del 3,26%.Torna a salire lo spread, attestandosi a +101 punti base, con un aumento di 2 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari allo 0,70%.Nello scenario borsistico europeo tentenna Francoforte, che cede lo 0,68%, andamento cauto per Londra, che mostra una performance pari a -0,05%, e in rosso Parigi, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,04%. A Piazza Affari, il FTSE MIB è in calo (-1,02%) e si attesta su 25.762 punti in chiusura, mentre, al contrario, il FTSE Italia All-Share procede a piccoli passi, avanzando a 28.605 punti.Nella Borsa di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,38 miliardi di euro, in aumento rispetto agli 2,23 miliardi della seduta precedente; mentre i volumi scambiati quest’oggi sono passati da 0,5 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,49 miliardi.Su 433 titoli trattati a Piazza Affari, 268 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 133. Invariate le rimanenti 32 azioni.Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, ottima performance per Tenaris, che registra un progresso del 2,93%.Exploit di Stellantis, che mostra un rialzo del 2,29%.Buoni spunti su Fineco, che mostra un ampio vantaggio dell’1,79%.Ben impostata Mediobanca, che mostra un incremento dell’1,61%.Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Enel, che ha chiuso a -5,51%.Affonda Moncler, con un ribasso del 5,16%.Crolla A2A, con una flessione del 4,21%.Vendite a piene mani su Recordati, che soffre un decremento del 2,63%.Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, El.En (+6,60%), Saras (+5,41%), Sesa (+5,08%) e Illimity Bank (+4,20%).I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Technogym, che ha archiviato la seduta a -3,32%.Pessima performance per Esprinet, che registra un ribasso del 3,07%.Sessione nera per Tod’s, che lascia sul tappeto una perdita del 2,93%.In caduta libera Alerion Clean Power, che affonda del 2,92%. LEGGI TUTTO

  • in

    Scambi al ribasso per l'azionario europeo, inclusa Piazza Affari

    (Teleborsa) – Giornata negativa per Piazza Affari e le altre principali Borse europee. A contribuire a far tirare il fiato agli Eurolistini dopo due sedute positive è il calo dei mercati asiatici, a causa di dati macroeconomici peggiori del previsto in Cina e Giappone.Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,183. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.801,1 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la sessione in rialzo e avanza a 71,44 dollari per barile.In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a +101 punti base, con un timido incremento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,66%.Nello scenario borsistico europeo nulla di fatto per Francoforte, che passa di mano sulla parità, incolore Londra, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente, e giornata fiacca per Parigi, che segna un calo dello 0,58%.Sessione debole per il listino milanese, che scambia con un calo dello 0,58% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, si muove al ribasso il FTSE Italia All-Share, che perde lo 0,59%, scambiando a 28.436 punti.In frazionale calo il FTSE Italia Mid Cap (-0,7%); come pure, poco sotto la parità il FTSE Italia Star (-0,52%).In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Stellantis (+2,45%), STMicroelectronics (+1,90%), Mediobanca (+1,41%) e Poste Italiane (+0,95%).Le più forti vendite, invece, si manifestano su Moncler, che prosegue le contrattazioni a -4,29%.Calo deciso per Enel, che segna un -3,81%.Pesante Amplifon, che segna una discesa di ben -2,04 punti percentuali.Sotto pressione Unicredit, con un forte ribasso dell’1,60%.Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Sesa (+5,19%), Saras (+3,01%), El.En (+2,43%) e Illimity Bank (+1,94%).Le peggiori performance, invece, si registrano su Alerion Clean Power, che ottiene -4,07%.Soffre ENAV, che evidenzia una perdita del 3,70%.Seduta drammatica per Tod’s, che crolla del 3,23%.Sensibili perdite per Webuild, in calo del 2,78%. LEGGI TUTTO

  • in

    Negativi gli Eurolistini, in recupero dai minimi della mattinata

    (Teleborsa) – Giornata negativa per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, anche se registrano un recupero dai minimi della seduta registrati in apertura. A pesare sul sentimenti degli investitori c’è l’incertezza per il timore di un rallentamento dell’economia negli Stati Uniti. Il focus è però già al meeting BCE di giovedì, in cui l’istituto di Francoforte discuterà della possibilità di ridurre le misure di stimolo messe in campo con la pandemia.L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,2%. Seduta in lieve rialzo per l’oro, che avanza a 1.798,7 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la sessione in rialzo e avanza a 69,36 dollari per barile.Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +108 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,74%.Tra i listini europei sostanzialmente debole Francoforte, che registra una flessione dello 0,69%, si muove sotto la parità Londra, evidenziando un decremento dello 0,43%, e contrazione moderata per Parigi, che soffre un calo dello 0,37%.A Milano, si muove sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 25.994 punti, con uno scarto percentuale dello 0,31%; sulla stessa linea, si muove al ribasso il FTSE Italia All-Share, che perde lo 0,30%, scambiando a 28.633 punti.Sotto la parità il FTSE Italia Mid Cap, che mostra un calo dello 0,28%; con analoga direzione, negativo il FTSE Italia Star (-0,8%).In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo DiaSorin (+2,55%), Telecom Italia (+1,00%), Snam (+0,85%) e Campari (+0,51%).I più forti ribassi, invece, si verificano su Prysmian, che continua la seduta con -2,61%.Sotto pressione Stellantis, che accusa un calo dell’1,93%.Scivola Recordati, con un netto svantaggio dell’1,02%.Sottotono Nexi che mostra una limatura dello 0,77%.Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Ferragamo (+5,99%), Bff Bank (+2,02%), Webuild (+1,38%) e ENAV (+1,27%).I più forti ribassi, invece, si verificano su Mutuionline, che continua la seduta con -8,50%.Pessima performance per FILA, che registra un ribasso del 4,76%.Sessione nera per Esprinet, che lascia sul tappeto una perdita del 3,35%.In caduta libera Salcef Group, che affonda del 2,93%. LEGGI TUTTO

  • in

    Mercati europei deboli. Milano si allinea al trend

    (Teleborsa) – Piazza Affari e le altre Borse europee si confermano dimesse, in attesa della pubblicazione del Job Report, il rapporto del mercato del lavoro americano che risulta cruciale anche per le decisioni della Fed. Difficile anche intuire come sarà l’avvio di Wall Street, visto che la pubblicazione del dato è prima dell’avvio de mercato. L’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,187. L’Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,31%. Sostanzialmente stabile il mercato petrolifero, che continua la sessione sui livelli della vigilia con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che scambia a 70,12 dollari per barile.Piccolo passo verso l’alto dello spread, che raggiunge quota +107 punti base, mostrando un aumento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,69%.Tra i mercati del Vecchio Continente sostanzialmente invariato Francoforte, che riporta un moderato +0,09%, Londra avanza dello 0,21%, e discesa modesta per Parigi, che cede un piccolo -0,43%. A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 26.233 punti.Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione si segnala Unicredit, che avanza di un discreto +1%.Si muove in modesto rialzo Stellantis, evidenziando un incremento dello 0,91%.Bilancio positivo per Banca Generali, che vanta un progresso dello 0,77%.La peggiore performance è quella di Interpump, che perde l’1,08%.Scivola Moncler, con un netto svantaggio dell’1,06%.Pensosa Amplifon, con un calo frazionale dello 0,92%.Tentenna DiaSorin, con un modesto ribasso dello 0,85%.In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Tinexta (+5,65%), Rai Way (+4,91%), El.En (+2,58%) e Sesa (+1,87%).Fra i più forti ribassi Ferragamo, che continua la seduta con -1,91%.In rosso Banca Popolare di Sondrio, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,64%.Spicca la prestazione negativa di Tod’s, che scende dell’1,25%.Bff Bank scende dell’1,13%. LEGGI TUTTO

  • in

    Borsa Milano cauta assieme alle altre Borse europee

    (Teleborsa) – Esordio prudente per le principali borse europee e per Piazza Affari, che attendono i dati del mercato del lavoro americano, cruciali per capire le prossime mosse della Fed. Nessun sostegno dalla buona performance di Tokyo, dovuta a fattori domestici, né dai nuovi record segnati da Wall Street. Si attendono a breve i dati del PMI dell’Eurozoina.Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,188. Sostanzialmente stabile l’oro, che continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 1.812,2 dollari l’oncia. Sessione debole per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia con un calo dello 0,21%.Lieve peggioramento dello spread, che sale a +107 punti base, con un aumento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,68%.Tra i listini europei poco mosso Francoforte, che mostra un 0%, sostanzialmente invariato Londra, che riporta un moderato +0,09%, e piccola perdita per Parigi, che scambia con un -0,31%.Nessuna variazione significativa per il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 26.196 punti; sulla stessa linea, incolore il FTSE Italia All-Share, che continua la seduta a 28.849 punti, sui livelli della vigilia.Pressoché invariato il FTSE Italia Mid Cap (-0,01%); come pure, sui livelli della vigilia il FTSE Italia Star (+0,04%).In questa giornata da dimenticare per Piazza Affari, nessuna Blue Chip mette a segno una performance positiva.Le più forti vendite si manifestano su Moncler, che avvia le contrattazioni a -0,80%.Tentenna CNH Industrial, che cede lo 0,78%.Sostanzialmente debole Amplifon, che registra una flessione dello 0,76%.Si muove sotto la parità Interpump, evidenziando un decremento dello 0,75%.Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Tinexta (+5,25%), Rai Way (+4,91%), El.En (+1,43%) e FILA (+1,35%).I più forti ribassi, invece, si verificano su Banca Popolare di Sondrio, che inizia la seduta con -1,33%.Preda dei venditori Mutuionline, con un decremento dell’1,32%.Si concentrano le vendite su Carel Industries, che soffre un calo dell’1,19%.Vendite su Autogrill, che registra un ribasso dell’1,13%. LEGGI TUTTO

  • in

    Piazza Affari tonica assieme agli altri mercati di Eurolandia

    (Teleborsa) – Le borse europee confermano apprezzabili performance assieme alla Borsa di Milano, dopo un esordio già largamente positivo, complice la sostanziale tenuta del PMI manifatturieri della Zona Euro. L’attenzi8ne è puntata sull’avvio di Wall Street, attesa positiva stando alla performance dei future USA, e sui dati macro in uscita oggi e nei prossimi giorni.L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,06%. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.811,6 dollari l’oncia. Sostanzialmente stabile il mercato petrolifero, che continua la sessione sui livelli della vigilia con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che scambia a 68,6 dollari per barile.Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a +109 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,72%.Tra gli indici di Eurolandia bilancio positivo per Francoforte, che vanta un progresso dello 0,20%, Londra avanza dello 0,86%, e si muove in territorio positivo Parigi, mostrando un incremento dell’1,38%.Seduta positiva per il listino milanese, che mostra un guadagno dello 0,87% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share guadagna lo 0,87% rispetto alla seduta precedente, scambiando a 28.859 punti.In denaro il FTSE Italia Mid Cap (+0,94%); come pure, leggermente positivo il FTSE Italia Star (+0,46%).In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Leonardo (+2,99%), Terna (+2,06%), Unicredit (+2,01%) e Italgas (+2,00%).Le peggiori performance, invece, si registrano su Interpump, che cede l’1%.Pensosa Banca Generali, con un calo frazionale dello 0,56%.Tra i protagonisti del FTSE MidCap, GVS (+5,07%), Autogrill (+3,56%), Tod’s (+3,20%) e Sanlorenzo (+3,20%).Le più forti vendite, invece, si manifestano su Esprinet, che prosegue le contrattazioni a -2,59%.Seduta negativa per Alerion Clean Power, che mostra una perdita dell’1,51%.Tentenna Piaggio, con un modesto ribasso dello 0,62%.Giornata fiacca per B.F, che segna un calo dello 0,57%. LEGGI TUTTO