in

Vivendi a Mediaset: “Segnali contrastanti. La replica: “A voi la mano”

Botta e risposta “a distanza” fra Vivendi e Mediaset. Le due aziende, ormai ai ferri corti da diversi anni (Mediaset non ha mandato giù il mancato acquisto di Premium; Vivendi il trasferimento in Olanda), si preparano all’ennesima battaglia legale.

Le due aziende stanno ultimando i rispettivi dossier in vista della prossima udienza presso il Tribunale di Milano, dove pende una controversia relativa alla delibera assembleare per la creazione della Newco MFE – Media For Europe, che aggrega Mediaset con Mediaset Espana. L’udienza è slittata al 29 novembre 2019 per dare modo alle parti di verificare la possibilità di conciliazione della lite, per quanto concerne la vendita delle azioni in mano a Vivendi.

I francesi sono usciti allo scoperto quest’oggi. Una fonte vicina alla società ha detto che la compagna francese ha “ricevuto segnali molto contrastanti da Mediaset sulla volontà di raggiungere un accordo”. La big francese si dice “disponibile ed in buona fede per trovare una soluzione condivisa” e spera che “Mediaset farà una proposta equilibrata sulla vendita delle azioni di Vivendi e con garanzie per il pieno rispetto dei diritti degli azionisti di minoranza ed i principi di base di corporate governance”.

Pronta la replica della società di Cologno Monzese: “Non comprendiamo il senso di questa dichiarazione – ha detto una fonte – è stata Vivendi a presentare a Mediaset tre proposte: una è stata scartata, sul tavolo ne restano due con le nostre controproposte”. Poi la fonte ha concluso che “a questo punto la mano è già passata a Vivendi”.


Fonte: https://quifinanza.it/finanza/feed/


Tagcloud:

Enel riceve la sua prima “tripla A” da Msci ed entra nella top ten delle utility classificate

Retelit, Mirko Endrizzi nominato CFO