in

Post Brexit, Michel avvisa Londra: “Intesa non sarà a qualsiasi costo”

(Teleborsa) – “Prima o poi il Regno Unito deve chiarire cosa vuole fare” sulle relazioni future post-Brexit. “Non possono pensare di lasciare il club Ue e mantenere tutti i privilegi”. Lo ribadisce il Presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, in un’intervista all’Ansa, e ad altre cinque agenzie internazionali.

Senza fare pronostici sulla riuscita del negoziato, ricorda quanto il tema delle condizioni per evitare una concorrenza sleale (level playing field) sia di importanza fondamentale per l’Ue. “Vogliamo un accordo e lavoriamo per questo” ma “bisogna essere in due per ballare il tango” e per l’UE “l’intesa non sarà a qualsiasi costo”.Michel inoltre non ha escluso che ci possa essere un nuovo incontro ad alto livello, tra i leader Ue e britannico, sebbene non sia ancora previsto.

Sponda Londra, Boris Johnson crede ancora alla possibilità di un accordo con l’Ue sul dopo Brexit sul modello di quello sottoscritto da Bruxelles con il Canada, nonostante i punti di divergenza “significativa” su dossier cruciali ribaditi dopo l’ultima tornata di colloqui dai negoziatori Michel Barnier e David Frost. Ma insiste che il 31 dicembre la transizione finirà in ogni caso, che il Regno “uscirà” e che “è pronto a qualsiasi eventualità”: inclusa quella d’un no deal di fatto.

I 27 “sarebbero sensati se ci offrissero un accordo in stile Canada e ho moltissime speranze lo facciano”, ha detto il Premier Tory ai giornalisti a margine dell’inaugurazione del cantiere per l’avvio del lavori dell’alta velocità ferroviaria in Inghilterra. “Ma siamo pronti a ogni eventualità” e a dar vita dopo la Brexit a un futuro di “potente prosperità per il Regno Unito in un modo o nell’altro, anche con una soluzione stile Australia”: Paese con cui l’Ue ha rapporti di scambi commerciali amichevoli, ma non un deal ad hoc.

(Foto: © European Union, 2004-2019)


Fonte: https://quifinanza.it/finanza/feed/


Tagcloud:

Covid, PIL Italia ai livelli del 1993. Visco: “Essenziale attuare riforme”

Covid: studente positivo, primo caso in scuola a Roma