in

Olimpiadi, Muto: se i casi Covid aumenteranno ci sarà un nuovo vertice

(Teleborsa) – Cancellare l’evento non è un opzione per il numero uno del Cio, Thomas Bach, ma Toshiro Muto, capo del Comitato organizzatore di Tokyo 2020 ha dichiarato che se la diffusione del virus dovesse proseguire ci sarà un nuovo vertice. “Abbiamo avuto un meeting a cinque l’altro giorno in cui è stato detto che continueremo a monitorare la situazione. A questo punto possiamo dire che se l’infezione si dovesse diffondere dovremmo consultarci, avremmo un altro vertice a cinque”. La risposta è arrivata in una conferenza stampa a tre giorni dalla cerimonia inaugurale, in cui gli è stato domandato se è ancora possibile la cancellazione dei Giochi a fronte di un incremento di contagi da Covid.

“La cancellazione sarebbe stata facile, ma non è mai stata un’opzione per noi”, aveva dichiarato in precedenza Thomas Bach, perché “il Cio non abbandona mai gli atleti”. Nel frattempo in Giappone persiste lo stato d’emergenza che è stato prorogato fino a fine evento, con la possibilità di muoversi fuori dal circuito dei Giochi ridotta a zero per i primi 14 giorni e un meccanismo di ingresso nel Paese che tuttavia con il passare dei giorni diventa sempre più rodato. La situazione sanitaria continua a peggiorare nel Paese, dove si teme che la variante Delta possa atterrare con i voli in arrivo a Tokyo per la competizione. Gran parte della popolazione giapponese resta infatti contraria per la paura di nuove impennate di positività durante le Olimpiadi.

Ad oggi sono 67 i contagi da Covid-19 fra gli accreditati. “Non possiamo prevedere come evolverà il numero dei contagi. Se ci sarà un picco di casi, continueremo a confrontarci – ha dichiarato Toshiro Muto – a questo punto, i casi possono aumentare o diminuire, noi rifletteremo sul da farsi quando la situazione si presenterà”.


Fonte: http://news.teleborsa.it/NewsFeed.ashx


Tagcloud:

Borse europee toniche dietro Wall Street

Netflix, il mercato guarda alla trimestrale