9 Giugno 2022

Daily Archives

More stories

  • in

    Brasile, l'inflazione frena a maggio

    (Teleborsa) – Primi segnali di frenata dell’inflazione in Brasile. Secondo quanto riportato dall’Istituto brasiliano di geografia e statistica (Ibge), l’Indice nazionale dei prezzi al consumo (Ipca) è sceso allo 0,5%, nel mese di maggio, dopo essere aumentato dell’1,06% ad aprile. Si tratta del valore più basso da aprile dello scorso anno, quando si attestava allo 0,3%. Su base annua, l’Ipca ha accumulato un rialzo dell’11,73%, inferiore al 12,13% registrato nei 12 mesi precedenti. A sostenere la frenata dell’inflazione ha contribuito il calo del 7,95% del costo dell’energia elettrica. LEGGI TUTTO

  • in

    Debole Wall Street, delude il mercato lavoro

    (Teleborsa) – Sosta intorno alla parità la Borsa di New York, dopo i deludenti dati sui sussidi alla disoccupazione negli USA: il numero dei lavoratori che per la prima volta hanno richiesto i sussidi di disoccupazione, è aumentato oltre le aspettative. Gli investitori restano preoccupati per le prospettive di crescita e per l’inflazione. A tal proposito c’è attesa tra gli addetti ai lavori per la pubblicazione, domani venerdì 10 giugno, dell’indice dei prezzi al consumo americano.Tra gli indici statunitensi, Dow Jones si attesta a 32.871 punti, mentre, al contrario, in lieve calo l’S&P-500, che continua la giornata sotto la parità a 4.107 punti. Senza direzione il Nasdaq 100 (-0,19%); come pure, pressoché invariato l’S&P 100 (-0,12%).Si distinguono nel paniere S&P 500 i settori beni di consumo per l’ufficio (+0,46%) e beni di consumo secondari (+0,43%). Tra i peggiori della lista dell’S&P 500, in maggior calo i comparti materiali (-0,68%), energia (-0,64%) e finanziario (-0,62%).Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Home Depot (+3,02%), 3M (+1,16%), Salesforce (+0,82%) e Cisco Systems (+0,61%).Le più forti vendite, invece, si manifestano su Boeing, che prosegue le contrattazioni a -2,45%.Walt Disney scende dell’1,75%.Calo deciso per Goldman Sachs, che segna un -1,43%.Sotto pressione Nike, con un forte ribasso dell’1,36%.Tra i best performers del Nasdaq 100, Nxp Semiconductors N V (+7,18%), Fortinet (+3,41%), Costco Wholesale (+3,38%) e Tesla Motors (+2,44%).Le peggiori performance, invece, si registrano su Pinduoduo Inc Spon Each Rep, che ottiene -10,95%.Pessima performance per Moderna, che registra un ribasso del 7,89%.Sessione nera per JD.com, che lascia sul tappeto una perdita del 6,59%.In perdita Mercadolibre, che scende del 5,73%.Tra le variabili macroeconomiche di maggior peso nei mercati nordamericani:Giovedì 09/06/202214:30 USA: Richieste sussidi disoccupazione, settimanale (atteso 210K unità; preced. 202K unità)Venerdì 10/06/202214:30 USA: Prezzi consumo, annuale (atteso 8,3%; preced. 8,3%)14:30 USA: Prezzi consumo, mensile (atteso 0,7%; preced. 0,3%)16:00 USA: Fiducia consumatori Università Michigan (atteso 58,2 punti; preced. 58,4 punti)Martedì 14/06/202214:30 USA: Prezzi produzione, mensile (preced. 0,5%). LEGGI TUTTO

  • in

    Covid-19, contagi salgono a 23.042 nelle ultime 24 ore

    (Teleborsa) – Continuano a salire i contagi di Covid-19 in Italia a causa del diffondersi di nuove varianti del ceppo principale Omicron, più contagiose delle precedenti. E così, secondo i dati giornalieri del Ministero della Saute, sono stati registrati 23.042 nuovi contagi nelle ultime 24 ore rispetto ai 22.361 precedenti. Le vittime salgono invece a 84 da 80 di mercoledì. I tamponi antigenici e molecolari effettuati sono 179.127 con un tasso di positività che sale al 12,8% rispetto all’11,8% di mercoledì. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 197 , due in meno rispetto al giorno precedente nel saldo fra entrate ed uscite 31 gli ingressi giornalieri), mentre i ricoverati nei reparti ordinari sono 4.234, cioè 62 in meno rispetto a mercoledì.Gli attualmente positivi sono 625.217, 3.778 in meno rispetto a mercoledì. Gli italiani contagiati dall’inizio della pandemia salgono a 17.589.595, mentre i decessi arrivano a 167.253. LEGGI TUTTO

  • in

    Benzina alle stelle: supera 2 euro su self, vanificato taglio accise

    (Teleborsa) – Continuano a lievitare i prezzi dei carburanti, vanificando quasi del tutto il taglio delle accise deciso dal governo a metà marzo e prorogato fino a luglio, con il prezzo alla pompa che ha quasi riagganciato i picchi di tre mesi fa oltre i 2 euro al litro. Secondo l’ultimo aggiornamento di Quotidiano energia, il prezzo medio della benzina in modalità self si è attestato in media a 2,009 euro/litro (1,985 euro/litro la rilevazione precedente). Una certa variabilità caratterizza i vari marchi, con prezzi che oscillano fra un minimo di 1,998 euro/ litro ed un massimo di 2,033 euro/litro (1,998 euro per i no logo).Parallelamente, il prezzo medio del diesel in modalità self si è portato a 1,924 euro/litro (1,896 euro/litro la rilevazione precedente), con una variabilità fra 1,922 euro/litro e 1,945 euro/litro (1,908 euro i no logo).Molto più alte le quotazioni del servito, con la benzina che raggiunge un prezzo medio di 2,134 euro/litro dai 2,118 euro della rilevazione precedente. Frattanto, si continua insistentemente a parlare di una proroga del taglio delle accise di 30 centesimi anche dopo la scadenza dell’8 luglio. Al riguardo è sembrata possibilista la sottosegretaria all’Economia Maria Cecilia Guerra, che ha definito un nuovo intervento “molto probabile”, mentre il titolare del MITE Roberto Cingolani non ha voluto sbilanciarsi ed ha affermato che “dipende da quale sarà la situazione economica e finanziaria”. Dal canto suo, il Pd ha avanzato anche la sua proposta di fissare un tetto al prezzo della benzina e l’ha formalizzata con un emendamento al dl Aiuti. Una proposta che non convince sino in fondo le associazioni dei consumatori. LEGGI TUTTO

  • in

    Vendite diffuse in Borsa. BCE chiude il QE e calendarizza i primi rialzi dei tassi

    (Teleborsa) – Chiusura al ribasso per le principali borse europee nel giorno in cui la BCE ha lasciato i tassi invariati e tagliato le previsioni di crescita per l’Eurozona. L’Eurotower ha annunciato inoltre l’intenzione di aumentare i tassi di interesse a luglio ed a settembre. Sostanzialmente debole l’andamento di Wall Street, con l’S&P-500 che registra una flessione dello 0,32%.Sul mercato valutario, seduta in frazionale ribasso per l’Euro / Dollaro USA, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,47%. Seduta in frazionale ribasso per l’oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,44%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 122 dollari per barile.Torna a galoppare lo spread, che si posiziona a +216 punti base, con un forte incremento di 16 punti base, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento del 3,59%.Tra le principali Borse europee pessima performance per Francoforte, che registra un ribasso dell’1,71%, sessione nera per Londra, che lascia sul tappeto una perdita dell’1,54%; Parigi scende dell’1,40%. A picco Piazza Affari in chiusura di seduta, con il FTSE MIB che accusa un ribasso dell’1,90%, continuando sulla scia ribassista rappresentata da tre cali consecutivi, in essere da martedì scorso; sulla stessa linea, si posiziona sotto la linea di parità il FTSE Italia All-Share, che si ferma a 26.496 punti.Il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 1,69 miliardi di euro, in rialzo rispetto agli 1,53 miliardi della vigilia, mentre i volumi si sono attestati a 0,39 miliardi di azioni, rispetto ai 0,44 miliardi precedenti.Tra i best performers di Milano, in evidenza Prysmian (+1,12%) e BPER (+0,62%).Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Iveco Group, che ha terminato le contrattazioni a -6,67%.In perdita Tenaris, che scende del 4,39%.Pesante Fineco, che segna una discesa di ben -4,22 punti percentuali.Seduta negativa per Saipem, che scende del 4,08%.Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, GVS (+0,87%) e Cementir Holding (+0,74%).Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Reply, che ha terminato le contrattazioni a -5,08%.Sensibili perdite per Carel Industries, in calo del 3,89%.In apnea Sesa, che arretra del 3,54%.Tonfo di Tod’s, che mostra una caduta del 3,54%.Tra gli appuntamenti macroeconomici che avranno la maggiore influenza sull’andamento dei mercati:Giovedì 09/06/202207:30 Francia: Occupazione, trimestrale (preced. 0,6%)14:30 USA: Richieste sussidi disoccupazione, settimanale (atteso 210K unità; preced. 202K unità)Venerdì 10/06/202201:50 Giappone: Prezzi produzione, mensile (atteso 0,5%; preced. 1,2%)03:30 Cina: Prezzi consumo, annuale (atteso 1,8%; preced. 2,1%)03:30 Cina: Prezzi produzione, annuale (atteso 7,7%; preced. 8%). LEGGI TUTTO

  • in

    Signet Jewelers brilla grazie alla trimestrale

    (Teleborsa) – Seduta decisamente positiva per Signet Jewelers, che tratta in rialzo del 10,21%.Il rivenditore di gioielli ha chiuso il primo trimestre con risultati superiori alle attese: l’utile per azione adjusted si è attestato a 2,86 dollari contro i 2,38 dollari stimati dal consensus. Superiori alle aspettative anche i ricavi pari a 1,84 miliardi contro gli 1,80 miliardi attesi dal mercato. L’analisi del titolo eseguita su base settimanale mette in evidenza la trendline rialzista di Signet Jewelers più pronunciata rispetto all’andamento dell’S&P-500. Ciò esprime la maggiore appetibilità verso il titolo da parte del mercato.Si indebolisce il quadro tecnico di Signet Jewelers, con la curva che potrebbe testare l’area di supporto stimata a 65,78 USD, mentre al contrario spunti rialzisti incontrerebbero il primo ostacolo a 70,53. Le attese sono per una continuazione del trend ribassista verso quota 63,02. LEGGI TUTTO

  • in

    NIO in difficoltà a Wall Street dopo risultati primo trimestre

    (Teleborsa) – Pressione su NIO, che perde terreno, mostrando una discesa del 3,62%, dopo che il produttore di auto elettriche cinese ha annunciato margini in calo nel primo trimestre 2022 ed un outlook cauto.Comparando l’andamento del titolo con l’S&P-500, su base settimanale, si nota che il produttore di veicoli elettrici mantiene forza relativa positiva in confronto con l’indice, dimostrando un maggior apprezzamento da parte degli investitori rispetto all’indice stesso (performance settimanale +11,79%, rispetto a +0,19% dell’indice del basket statunitense).Lo status tecnico di breve periodo di NIO mette in risalto un ampliamento della performance positiva della curva con prima area di resistenza individuata a quota 20,06 USD. Rischio di eventuale correzione fino al target 18,83. Le attese sono per un aumento della trendline rialzista verso l’area di resistenza 21,29. LEGGI TUTTO

  • in

    Tesla in rialzo al Nasdaq. UBS consiglia “buy”

    (Teleborsa) – Prepotente rialzo per Tesla Motors, che mostra una salita bruciante del 3,73% sui valori precedenti.A fare da assist alle azioni contribuisce la promozione giunta da UBS. Gli analisti dell’ufficio studi hanno rivisto al rialzo il giudizio sul titolo della società di auto elettriche a “buy” con target price a 1.100 dollari. Il titolo al momento scambia a circa 751,53 dollari. L’analisi del titolo eseguita su base settimanale mette in evidenza la trendline rialzista dell’azienda attiva nel settore automotive più pronunciata rispetto all’andamento dell’S&P 100. Ciò esprime la maggiore appetibilità verso il titolo da parte del mercato.Lo scenario di breve periodo di Tesla Motors evidenzia un declino dei corsi verso area 737,4 USD con prima area di resistenza vista a 762,2. Le attese sono per un ampliamento della fase negativa verso il supporto visto a 722,1. LEGGI TUTTO