in

Dettagli sul Fondo Cometa: la pensione per i metalmeccanici

Se non tutti sanno di cosa si tratta, sicuramente ogni lavoratore dell’industria metalmeccanica avrà sentito nominare il Fondo di Pensione complementare Cometa, perché proprio a questa categoria è riservato.

Si tratta di una cosa piuttosto recente: è nato infatti nel 1997 da accordi tra le varie organizzazioni di categoria delle imprese e dei lavoratori, per garantire una copertura pensionistica maggiore e quindi tutelare il futuro dei lavoratori. Il Fondo Cometa è sicuramente utile, spesso infatti la pensione regolare non era sufficiente a garantire uno stile di vita dignitoso, tanto che ha raccolto più di 400.000 iscritti ed è diventato il più importante fondo pensionistico italiano.

Come funziona il Fondo Cometa?

L’adesione al Fondo Cometa è assolutamente libera e volontaria, per cui sarà il lavoratore che deciderà in autonomia se aderire o meno, anche se la contribuzione viene definita, cioè i contributi da versare vengono stabiliti dalla contrattazione collettiva, ovvero da accordi tra sindacati, lavoratori e azienda. Una volta decisa l’adesione, si dovrà versare un anticipo al Fondo Cometa del proprio Tfr, in una percentuale che varia dal 40% al 100% se il lavoro è antecedente al 28/04/1993, altrimenti verrà versato il 100% della liquidazione.

Oltre a questo, nell’anticipo al Fondo Cometà potrà essere versato un contributo individuale, prelevando dalla busta paga fino all’1,2% dello stipendio. Se il contributo individuale sarà superiore a questa quota si può chiedere anche una percentuale erogata da parte del datore di lavoro.

Vantaggi e svantaggi del Fondo pensione Cometa

Ora che abbiamo visto come funziona il Fondo Cometa, analizziamo bene i vantaggi e gli svantaggi di questa pensione integrativa. I vantaggi del Fondo Cometa sono:

  • sicuramente il beneficio fiscale. I contributi che verranno versati nel Fondo Pensione Cometa possono essere dedotti fino a 5.164,57€.
  • costo relativamente basso rispetto ad altri fondi Tfr, che può essere sostenuto in parte anche dal datore di lavoro, beneficio che non esiste in nessun altro fondo di pensione.

Gli svantaggi del Fondo Cometa sono invece:

  • il rendimento del Fondo Cometa è piuttosto basso, non risulta quindi molto redditizio. In realtà questo non è totalmente uno svantaggio: infatti il basso tasso di interesse garantisce la sicurezza del Fondo, non si avranno quindi brutte sorprese al termine della propria vita lavorativa.
    Sicuramente sono più remunerativi altri fondi, che però azzardano in investimenti molto rischiosi che potrebbero far perdere il capitale agli investitori.
  • l’anticipo e i contributi che vengono versati nel Fondo Cometa sono congelati fino al raggiungimento dei requisiti per la pensione. È possibile richiedere quanto versato in casi particolari, ma se fosse un’urgenza improvvisa potrebbe essere difficile sbloccare in tempo il proprio capitale.

Come aderire al Fondo Cometa?

Come detto in precedenza, l’adesione al Fondo pensione Cometa è assolutamente volontaria e riservata esclusivamente ai lavoratori del settore metalmeccanico. Chi fosse deciso ad aderire può trovare tutte le informazioni necessarie per presentare la domanda sul sito ufficiale, dove si trova anche il numero del call center da contattare in caso di dubbi o incertezze e dove è possibile visionare tutti i documenti del fondo e le modalità di gestione dei soldi.


Fonte: https://quifinanza.it/pensioni/feed/


Tagcloud:

Black Friday? No grazie: la Generazione Thunberg lancia il Green Friday

Pensioni, RED in scadenza: comunicazioni INPS